ecobiocontrol

Open full view…

Asteatosi cuoio capelluto

tanitati91
Tue, 16 Feb 2021 15:10:33 GMT

Salve a tutti, sono una nuova iscritta anche se ho "conosciuto" il grande Fabrizio tramite il forum promiseland che ho frequentato per molti anni, grazie ad esso ho iniziato a produrmi il detersivo per lavatrice in casa, la candeggina , il detersivo in polvere sempre per la lavatrice e così facendo ho scoperto anche tante sostanze innocue o minimamente invasive per l'ambiente che magari prima pur conoscendone il loro nome non sapevo nemmeno che funzione avessero!!Ho pubblicato questo messaggio proprio sul forum promiseland pensando erroneamente che Fabrizio fosse ancora lì ma mi hanno detto che avevo sbagliato posto....ho fatto una veloce ricerchina pensando anche di essere completamente rinco*** nonostante per anni e anni ho sempre frequentato quel forum e ricordavo perfettamente Fabrizio che con gentilezza e dedizione ha sempre risposto ad innumerevoli dubbi degli utenti!...E..alla fine eccomi qua,vi ho ritrovato, sono ritornata nel posto giusto :) Ci tengo a ringraziare proprio Fabrizio Zago che stimo molto, non tutti sono disposti a condividere le proprie conoscenze e la propria esperienza per dare un aiuto agli altri, tanto di cappello per questa genuinità, non avrei potuto fare altro che seguirti anche qui! Arrivando al nocciolo della questione, il motivo per cui ho scritto qui è dovuto ad un problema ormai annoso ( è iniziato all'incirca 9 anni fa ormai) . Il mio cuoio capelluto nel 2012 è completamente cambiato dall'oggi al domani. Premetto che prima di quel periodo ho sempre utilizzato shampoo a pochi euro del supermercato e ho sempre avuto molti capelli, belli, folti, spessi e voluminosi che avevo bisogno di lavare veramente poco perché si sporcavano pochissimo. Mai avuto problemi di pruriti o allergie al cuoio capelluto. Arrivati al 2012( ero diventata vegana da 8 mesetti ) iniziai a cambiare anche tutti i prodotti per la cura della pelle e quindi anche lo shampoo acquistando prodotti che fossero certificati cruelty free. Tutti prodotti bio con ingredienti di origine vegetale, arricchiti spesso con oli essenziali. Il primo shampoo che comprai ricordo contenesse pantenolo e aloe ed era uno shampoo per lavaggi frequenti. Il suo inci era questo : Aqua, coco glucoside, ammonium lauryl sulfate, sodium coco sulfate, aloe barbadensis gel*, inulin, panthenol, glyceryl oleate, tocopherol, sodium benzoate, potassium sorbate, citric acid, sodium chloride, citrus limon peel oil*, benzyl alcohol, limonene, citral, geraniol, linalool (*= biologico) Appena lavati i capelli mi sembravano normali , puliti..e fin qui nulla di strano..dopo pochi giorni però mi accorsi che sembravano più "grassi" e li dovetti rilavare subito, cosa che non mi era mai successa. Da lì è iniziato il caos. Capelli sempre più pesanti, che sembravano sempre poco lavati, ma la cosa più problematica è stata una copiosissima perdita di scaglie secche su tutto il cuoio capelluto, spostavo le ciocche di capelli davanti allo specchio e vedevo il cuoio capelluto completamente pieno di scaglie ovunque, scaglie bianche ,secche ,di dimensioni anche abbastanza sostenute. Riuscivo letteralmente a sfilarle dalla testa e sulla scaglia si vedevano proprio i buchini da dove passavano i capelli. Tutto questo è accaduto nel giro di tre settimane dall'inizio del mio cambio di prodotti all'ecobio. Premetto che nello stesso periodo ero solita fare il bagno nella piscinetta di casa e scoprii successivamente che mio padre aveva utilizzato i prodotti per il pH in modo totalmente errato , io non sentii alcuna differenza sulla pelle, non ebbi reazioni strane ,sta di fatto che collegai anche questo fatto all'improvvisa alterazione del mio cuoio capelluto. Il tempo è passato, il problema non si risolveva, anzi, i miei capelli iniziarono a cadere ogni giorno, sempre più in maniera evidente. Da capelli folti e spessi mi ritrovai la testa dimezzata, iniziai a vedere sempre più la mia cute, cosa che prima era impossibile fare perché i capelli erano tantissimi. Sono stata in farmacia facendo un esame con una tricologa che mi ha consigliato un suo prodotto, ma non mi aiuto' a risolvere il problema,sono stata da tanti dermatologi, il primo mi disse che soffrivo di dermatite seborroica di tipo secco e mi diede dei detergenti a suo dire delicati e anche un blando cortisone. Con il blando cortisonico sentii letteralmente la testa pizzicare come se mi stessero infilando degli spilli nel bulbo pilifero, un esperienza orrenda, riferii l'accaduto al dermatologo, mi disse di sospendere e di acquistare nuovi shampoo ma anche quelli fallirono miseramente, anzi, sentii il cuoio capelluto solamente irritato come non lo era mai stato. Mi rivolsi ad un altro dermatologo esperto in tricologia e mi disse che lui vedeva semplicemente un asteatosi accentuata e che dovevo lavarmi il meno possibile perché evidentemente ho un cuoio capelluto sensibile di mio, mi rifilò uno shampoo detergente con un inci semplice e mi diede delle vitamine da prendere. Anche con questo dermatologo non risolsi, mi rivolsi ad un altra dermatologa ancora che mi disse spudoratamente che i miei capelli erano semplicemente fini dalla nascita e che li non potevo farci nulla(eh certo io non li conosco i miei capelli..non sono mai stati fini prima di questo problema), sulla secchezza non seppe dirmi molto se non di cercare di idratarlo con degli oli vegetali(cosa che già facevo da tempo senza risultati) e mi rifilò anche lei delle vitamine. Dopo soldi spesi per dermatologi, prove allergiche, miliardi di shampoo diversi decisi di fermarmi. Ho provato di tutto e di più, oli come impacco pre shampoo, shampoo bio di ogni genere,detergente intimo, ho cercato ogni possibile soluzione ma nulla. I miei capelli ad oggi sono finissimi, ormai sono veramente pochi, quando li tocco mi viene veramente una tristezza infinita per non parlare di quando mi guardo allo specchio , ormai mi vergogno persino a farmi la coda, anche quando sono sciolti appena mi muovo vedo che la mia testa ormai è come se fosse formata da due ciocche striminzite che si dividono da sole a destra e a sinistra. Mi sono svuotata di capelli specialmente nella zona sopra le orecchie dove la desquamazione ha picchiato giù duro, ma in generale le squame sono ovunque. Non ho alcun rossore, solamente,a volte mi capita di sentire come una pallina dura in mezzo ai capelli sopra l'orecchio che prude, penso sia un follicolo che si gonfia leggermente creandomi prurito e irritazione di tanto in tanto, per il resto solo tantissime scaglie secche che cadono come neve , vedo proprio la cute con o pezzettini bianchi, come se fosse screpolata. Sento sempre il cuoio capelluto molto secco, con alcuni shampoo bio lo sentivo proprio tirare, specie da sdraiata. Purtroppo la mia testa è perennemente desquamata, peggiora con il lavaggio ,appena finito di lavare e asciugare i capelli sono piena di scaglie, anche se non li asciugo col phon non cambia nulla...anche gli impacchi con gli oli vegetali più che darmi beneficio e idratarmi addirittura a volte sembra abbiano fatto peggio e mi sono ritrovata solamente con i capelli che sembravano un manico di scopa per giunta elettrizzati a dismisura. Ormai ho abbandonato ogni soluzione, per sfinimento mi lavo i capelli con uno shampoo bio diluito 2 volte a settimana e stop. Ma devo dire che questo problema mi butta veramente giù e sono stanca di conviverci. Mi fa sentire poi perennemente in imbarazzo specie quando porto delle maglie scure. Qualcuno ha avuto un problema simile al mio? So che non riavrò mai più i miei capelli ma almeno riuscire a migliorare o eliminare(magari!) questa desquamazione mi darebbe un grande sollievo dopo tutto questo tempo. Un ultima cosa, ho fatto anche degli esami del sangue per scongiurare carenze nutrizionali, ma nulla. Tutto è nella norma. Vi ringrazio e scusate per il messaggio lunghissimo, ma ho cercato di darvi più dettagli possibili per poter inquadrare al meglio la situazione. Un saluto. Tania

alenia
Tue, 16 Feb 2021 16:04:26 GMT

Caspita... Bel problema, hai provato la maggio parte delle cose che ti avrei consigliato!! Ne manca una all'appello, che secondo me può aiutarti quanto meno a "sentire" i tuoi capelli più corposi: la farina di ceci. Fai una pastella e la massaggi molto delicatamente, la devi usare al posto dello shampoo per pulite i capelli. In bocca al lupo

Federica
Tue, 16 Feb 2021 17:02:55 GMT

Io ho avuto un problema simile, senza la desquamazione magari ma con tutto ciò che hai riportato. Dermatologi e quant'altro non sono serviti. Io ho trovato un grande sollievo con lo shampoo ai semi di lino ed olio d'oliva de La Saponaria. Lo uso ormai da anni. Per evitare packaging compro il boccone da 1 litro che qua a Pesaro, dove producono, è ricaricabile (lo era prima del covid). Onestamente credo sia stata una questione di stress e di ormoni, la mia intendo. Perché ti dico questo? Perché poi ho avuto un tumore (linfoma), ho fatto la chemioterapia e ho perso ogni capelli e pelo. Sono tornati esattamente come prima. Sono rimasta incinta e sono diventati i capelli di quando ero ragazzina (ora ho 30 anni), ora che la bimba ha 1 anno...di nuovo i capelli un po' radi, con cuoio capelluto che pizzica e prude (non sempre...anche qua, appuntati quando, come e perché). Fai dei nessi... Io ti dico, senza volerti direzionare, ma solo in base alla mia esperienza. Io ho trovato e trovo soluzione e sollievo con: Shampoo di cui sopra In più dei massaggi delicati al cuoio cape lluto con unguenti alla calendula o all'iperico (buoni!)...che poi tengo su per un bel pó. Quando ho molto prurito mi salvano. E hennè...cerca bene info, anche qua, sul fatto che siano di qualità e "non contaminati" da batteri o su come fare. Hennè, che però sto cercando di non usare più perché per me, meno è meglio...sia per soldi oche per ideologia...mi fa sentire i capelli molto più "spessi", ma certo non credo che ne faccia crescere! La Saponaria ha fatto, ho visto, un "attivo" contro la caduta. Cercalo e magari sottoponilo qua! Io non l'ho fatto per il discorso "meno è meglio"...e perché non ho tempo con la bambina! Ciao ed un caro saluto. Se qualcuno vuole correggere qualcosa che ho detto sono felice. Io parlo per la mia esperienza.

Federica
Tue, 16 Feb 2021 17:14:29 GMT

Scusa...mi permetto anche di dirti che una soluzione importante è l'alimentazione. Io anche mangiavo poca carne o niente ma in modo sbilanciato. Con gli anni mi sono molto studiata questo argomenti. Se poi hai il supporto di un bravo nutrizionista è certamente la cosa più seria. Un'altra cosa che mi ha dato molti problemi è stato il non rendermi conto che bevevo pochi pochi pochi liquidi! Sembra scontato. Ma non lo è. Ciao!

tanitati91
Tue, 16 Feb 2021 18:14:11 GMT

Ringrazio infinitamente tutte quante per avermi dato i vostri pareri e le vostre esperienze! Siete state gentilissime! Rispondo un po' in ordine a tutte: Alenia , esatto ho provato veramente di tutto e di più :-( mi sono documentata in lungo e in largo per cercare di risolvere e avevo trovato appunto anche la soluzione del lavaggio con la farina di ceci,fatto anche quello , è vero che risultano più "vaporosi" ma li ho sentiti veramente troppo pesanti, come se fossero sporchi e non li avessi nemmeno lavati oltre che molto opachi:-( ho provato ad utilizzarlo qualche volta ma poi ho proprio abbandonato anche perché il cuoio capelluto non sembrava trarne giovamento purtroppo. La cosa brutta è vedere la quantità di rimedi che ho provato e che hanno fatto un cubo nell'acqua, dopo un po' la smetti per sfinimento perché non sai più cosa succede alla tua testa dopo 9 anni! Federica, mi spiace per la tua malattia e mi auguro di cuore che da quel punto di vista tu ti sia ripresa completamente e sono felice che ora hai anche una creatura che senz'altro ti ha risollevato da tutto ciò che di brutto hai dovuto passare ed affrontare! Per quanto riguarda lo shampoo della saponaria all'olio d'oliva ho provato anche quello,sembrerebbe che gli shampoo contenenti olio d'oliva siano un pelo più delicati sul mio cuoio capelluto ma la desquamazione è sempre lì e non si schioda! Avevo preso anche l'oleolito di calendula della saponaria da massaggiare sul cuoio capelluto ma non ho avuto grandi benefici perciò l'ho riutilizzato poi sulla pelle del viso o delle mani. L'iperico invece non l'ho provato! Ho visto anche il prodotto della saponaria anticaduta ma vedendo l'inci ho preferito non acquistarlo per paura che qualche ingrediente potesse darmi qualche problema o irritazione, ormai vedo che meno roba metto meglio è, pure gli impacchi con gli oli vegetali sento che mi stressano il cuoio capelluto e quindi ci ho rinunciato. Metto solamente qualche goccia di olio nello shampoo diluito con acqua e sembrerebbe che a volte riduca almeno lievemente la desuqamazione in qualche punto in cui è molto pesante(ma magari è solo un caso visto che ho letto pareri discordanti sull'olio mescolato nell'acqua) Ho provato anche l'henné di una buona marca ma oltre a vedere effettivamente capelli leggermente più spessi e ondulati non l'ho applicato più sul cuoio capelluto perché sentivo sempre quella specie di "pallina" nel solito punto che mi prudeva e si gonfiava. Per quanto riguarda l'alimentazione hai fatto benissimo a menzionarla perché è importantissima!Anch'io mi sono documentata fino allo sfinimento rivolgendomi anche ad un biologo nutrizionista per poter avere qualche dritta in più. Sul fatto di bere eh..tasto dolente, io bevo veramente pochissimo, sono sempre stata così anche quando il mio cuoio capelluto stava benissimo. Ho provato a fare dei periodi anche piuttosto lunghi in cui mi ci mettevo d'impegno ma la verità è che più che sentirmi meglio mi sentivo appesantita in una maniera allucinante , bevevo ovviamente piccole dosi spalmate durante l'arco della giornata in modo da arrivare almeno ad 800 ml ma non stavo bene per nulla , da lì ho incominciato ad ascoltare il mio corpo senza sforzarmi oltre . So che la raccomandazione dei medici è quella di bere appunto almeno un litro e mezzo di acqua al giorno ma ragionandoci sopra non ho mai capito come come sia possibile standardizzare così il corpo di persone completamente diverse le une dalle altre, con alimentazione diversa, peso diverso ecc.ecc.. Detto quanto vi ringrazio ancora tantissimo per le vostre risposte, spero di riuscire a risolvere in qualche modo prima o poi,sicuramente corro a dirvelo!!!

SandyB
Wed, 17 Feb 2021 09:15:32 GMT

Ciao, ho letto tutto quanto e mi pare di aver capito che i problemi sono iniziati quando sei diventata vegana... se così probabilmente il tutto è partito dal cambio di alimentazione. L'alimentazione è la cosa fondamentale, che definisce e tiene in equilibrio tutto il nostro corpo, insieme ad altre cose come movimento stress etc.. probabilmente è avvenuto qualcosa che ha mandato in tilt il tuo sistema, ed usare tanti prodotti probabilmente ha contribuito a stressare i tuoi capelli. Dovresti resettare e ripartire secondo me. Rivedi la tua alimentazione (non mangiando carne intendo ovviamente) in modo da renderla equilibrata e trovando gli alimenti che possano aiutare il tuo problema (ci vuole un vero esperto!), e rinizia da capo coi tuoi capelli con pazienza, per questo sicuramente Fabrizio potrà aiutarti a ripartire! Per quanto riguarda il bere posso dirti che (lezioni di taoismo) non per tutti è necessario bere 2 litri di acqua al giorno, se mangi tanta frutta e verdura di acqua ne arriva ed è giusto bere (poco e spesso) ma senza riempirsi a sproposito, anche questo crea disequilibrio riempendoti di "umidità" e creando ristagnmo di liquidi. Devi trovare il modo di fare un reset, aiutati con la meditazione. in bocca al lupo. s.

tanitati91
Wed, 17 Feb 2021 18:04:16 GMT

Ciao Sandy grazie mille per la tua risposta, sì l'alimentazione incide molto anche quella sulla nostra salute in generale, così come la nostra mente (quella fa tantissimo poi). Allora, questo problema è venuto fuori sì quando sono diventata vegana ma dopo 8 /9 mesi, fino a quando ho continuato ad utilizzare i soliti shampoo a caso da supermercato però non è successo nulla! Il problema è iniziato solamente da quando sono passata ad uno shampoo bio, casualità?forse, come può essere correlato. È successo oltretutto proprio nel periodo in cui ho fatto il bagno nella piscina a pH sballato, e questo può aver sicuramente influito a danneggiare qualcosa a livello cutaneo..certo è che da qui a non riuscire più a risolvere il problema in nessun modo ce ne passa:-( Dal punto di vista alimentare non ho problemi, ho fatto anche svariati esami del caso e non ci sono carenze o altro. Prima di diventare vegana oltretutto ero vegetariana già da quando ero bambina e i miei capelli sono sempre stati bellissimi così come il cuoio capelluto che non aveva mai dato di matto. L'unica cosa ,co me hai detto anche tu, è che dovendo risolvere questo problema , ho utilizzato una miriade di shampoo diversi , anche consigliato da dermatologi( che ovviamente pubblicizzano prodotti diversi a seconda delle case a cui fanno sponsor) e quindi il mio cuoio capelluto ne ha viste di ogni.. è un periodo in cui mi sono fermata adesso, ho perso molta fiducia nella dermatologia come branca medica sicnermanere. Attualmente sto lasciando in pace il mio cuoio capelluto, come sempre però continuo a documentarmi da sola cercando di trovare una soluzione , ho provato ad acquistare da poche settimane della vitamina E da utilizzare direttamente sul cuoio capelluto, l'ho provata una sola volta quindi non posso esprimermi ancora. Posso solo dire che l'unica volta che l'ho provata mi è sembrato che un pelino la desquamazione fosse migliorata. Ma non voglio parlare forte!!perché ogni volta che mi sembrava di vedere qualcosa di diverso alla fine non si risolveva mai nulla! Speriamo bene! Sul fatto di bere acqua a litri ogni giorno, mi trovi perfettamente d'accordo! È proprio così!Bisognerebbe ascoltare di più il proprio corpo anziché prendere tutto per assodato ciò che dicono i medici. Per lo meno questo è ciò che ho capito e sperimentato negli anni su di me. Ti ringrazio ancora per avermi dedicato il tuo tempo, un abbraccio grande

GemmaM
Thu, 18 Feb 2021 08:17:08 GMT

Ciao tanitati91, Ho letto con interesse la tua esperienza, ti auguro di risolverla quanto prima. Mi sento di darti un solo consiglio data la durata pluriannuale del problema : datti un paio d'anni in cui ricostruisci le "condizioni iniziali" di quando stavi bene, ricomincia con esattamente la stessa dieta vegetariana che avevi prima (continuando ad utilizzare i cosmetici attuali) e dopo 8/9 mesi metti mano alla scelta dei prodotti per il corpo facendo le varie prove, sempre con la dieta vegetariana (non cambiare mai più fattori allo stesso tempo, cerca di isolarli il più possibile). Il fatto che tu abbia fatto delle analisi e che i risultati siano buoni vuol dire che dove si può andare a misurare sembra andare tutto bene ma dai problemi che hai, il tuo corpo racconta un'altra storia. Mi permetto di dirtelo perché una mia conoscenza, vegetariana/vegana secondo i periodi, ha dovuto rivedere la sua dieta dopo la diagnosi di morbo di Chron ed ha dovuto fare il lutto delle sue scelte alimentari perché il suo organismo non sopportava tali regimi; ha dovuto reintrodurre la c arne per avere una qualità di vita accettabile. Il morbo di Chron è ovviamente una cosa molto seria ma ha perso anni ed anni con regimi non adatti malgrado nessuna carenza ed analisi che raccontavano di un organismo senza nulla da segnalare, etc. Non c'è nessuna certezza nonostante la durata della prova ovviamente, ma spero possa esserti d'aiuto. In bocca al lupo, Gemma

Fabrizio ecobiocontrol
Fri, 19 Feb 2021 17:41:10 GMT

Cara tanitati, prima di tutto ben ritrovata in un luogo sereno, gradevole, denso di buone sensazioni. Mi dispiace per il vecchio forum ma non c'è paragone. Qui in 4 anni non ci siamo MAI accapigliati, c'è una cooperazione commovente (dieci persone stanno testando, in questo momento, nuovi strumenti per migliorare il nostro servizio) insomma qui si sta bene e di là, NO! Bene detto questo credo che la qualità e l'attenzione che alcune nostre colonne Gemma e Sandy, ti hanno risposto, non abbiano bisogno di commenti ulteriori. Anche i suggerimenti che ti hanno dato sono giustissimi. Purtroppo quando ci sono tante cose che succedono contemporaneamente è difficile stabilire dove si nasconda il problema ma il tuo peregrinare da un dermatologo ad un altro è una storia che abbiamo sentito mille volte e sempre con lo stesso risultato, purtroppo. Noi qui siamo molto semplici ma ragioniamo e cerchiamo di ragionare assieme. Credo che la diagnosi di dermatite seborroica secca sia giusta, lasciamo perdere da dove venga, quello che possiamo fare è di lavare il meno possibile il cuoio c apelluto!!! Più lo lavi più le ghiandole sebacee si irritano e superproducono sebo, quindi occorre non fornire alla mefitica ghiandolina nessun pretesto per arrabbiarsi. Usare un intimo è una buona soluzione, hai detto di aversi provato, riprova perché è l'unica strada percorribile, stringi i denti e allontana sempre più il lavaggio dei capelli. Arriveremo ad un punto in cui la seborrea sarà ridotta, domata, azzerata e allora sì che sarà necessario dare una botta di vita ai bulbi per ritornare a funzionare a pieno regime. A proposito di regime, nel senso di dieta, rileggi le parole di Gemma, sono perfette. Ciao Fabrizio

tanitati91
Fri, 19 Feb 2021 19:08:03 GMT

Dimenticavo!!grazie Fabrizio per il suggerimento sul detergente intimo, attualmente lo sto alternando ad uno shampoo molto delicato,senza profumi o sostanze che possano irritare, a questo punto proverò ad usare solamente il detergente intimo come ho fatto in passato ma per un tempo più lungo e vediamo se questo benedetto cuoio capelluto si deciderà a calmare un minimo questa secchezza estrema!quel che è sicuro è che quando non li lavo sento che la testa sta molto meglio! Quando li lavo sento proprio che viene aggredita! Anche l'acqua di casa non aiuta senz'altro visto che è fortemente dura ed aggredisce il cuoio capelluto che di suo è molto delicato in questo momento. Di nuovo, un saluto e grazie

tanitati91
Fri, 19 Feb 2021 21:11:43 GMT

Reinserisco la prima risposta che avevo dato perché non so per quale motivo ma non la vedo più, non so se è il mio smartphone ma non la ritrovo più. Ringrazio tantissimo Gemma e Fabrizio per il vostro aiuto e i vostri consigli e grazie a Gemma per avermi raccontato l'esperienza della tua amica. Credo nel mio caso non ci sia la stessa correlazione però. E ti spiego anche il perché. Quando ero vegetariana non avevo una dieta normale, equilibrata e sana come quello che ho adesso . Da vegana ho realmente iniziato a mangiare come si deve, in maniera sana ,assumendo tutto ciò di cui ho bisogno, non a caso ho risolto tantissimi problemi e non mi ammalò più, mai un giorno di febbre o mal di gola, mai nulla. Oltretutto, quando ero vegetariana sono entrata nel tunnel maledetto dell'anoressia e bulimia perciò vi lascio immaginare quanto il mio corpo riuscisse ad immagazzinare in quei periodi , facevo momenti in cui mangiavo qualcosina e altri in cui mi nutrivo di sola frutta e altri in cui non mangiavo nemmeno quella. Non credo quindi che il cambio di "dieta" abbia contribuito a far impazzire il mio cuoio capelluto, credo ci siano altri fattori ad aver influito in questo e purtroppo essendone successe di ogni non è facile stabilire quale sia la causa principale come avete appunto detto anche voi giustamente. Mi sento di sottolineare anche un altra cosa, ho due fratelli ed entrambi hanno questo problema. In particolare uno dei due ha sviluppato questo problema proprio nel mio stesso periodo! È stato anche lui da tantissimi dermatologi ma nulla, il problema gli è rimasto tale e quale e nulla sono serviti miliardi di prodotti. Ha perso moltissimi capelli e anche lui ormai è arrivato ad un punto dove non sa più quale sia stata la causa , ma sembra troppo strano che entrambi abbiamo sviluppato questa cosa nello stesso momento. ( Per questo vi ho citato l'incidente della piscina, entrambi guarda caso abbiamo fatto il bagno lì dentro in quel periodo!!). Lui tra l'altro non ha mai cambiato regime alimentare(idem l'altro mio fratello) hanno sempre mangiato carne e latticini. L'unica differenza è che a livello intestinale o di malanni stagionali sono sempre stati cagionevoli come me quando ancora mangiavo carne da piccola. Per quanto riguarda me , penso che ricambiare dieta e ritornare a mangiare certi alimenti non possa giovarmi minimamente in quanto la mia mente non accetterebbe questa cosa, e sappiamo bene che anche la nostra psiche risente dei cambiamenti o delle nostre scelte specie se fatte contro i nostri stessi principi . Ho scelto di essere vegetariana da quando ero bambina, in una famiglia completamente carnivora :-D ma nella mia testolina già da piccola quando mangiavo carne avevo questo senso di ribrezzo, spesso mi veniva proprio la nausea solo a sentirne l'odore, mi succedeva anche con le uova anche se in misura minore. È qualcosa che ho dentro da sempre. Oltretutto ora che con questo tipo di alimentazione mi sento decisamente meglio sia a livello mentale che fisico non tornerei mai indietro. Oltre all'incidente della piscina ho pensato possa essere una componente genetica (possibile?)sembra un po' strano che entrambi i miei fratelli abbiano lo stesso problema e non sono mai riusciti a risolverlo. E a quel punto, non credo si possa fare molto per cambiare i nostri geni:-( Vi ringrazio infinitamente per il vostro interessamento, siete stati carinissimi, e sì, come hai detto tu Fabrizio si respira un bel clima! Siete delle persone! Un abbraccio grande