ecobiocontrol

Open full view…

BB CREAM

larisagabriela
Thu, 12 May 2022 20:43:54 GMT

Buonasera, Ho fatto varie ricerche perché volevo acquistare una bb cream. Alla fine ho optato per quella di Benecos, semmai a qualcuno potrebbe interessare… 😊 Può andare bene come ingredienti? Ho visto che il P-Anisic Acid è segnato con 2 bollini rossi ma cercando su internet non ho trovato niente che lo segnali come “da evitare”…Addirittura in un post vecchio veniva segnalato come “verde”. Quindi non capisco se può andare bene o meno. Qui sotto l'INCI: Ingredients: aloe barbadensis (aloe vera) leaf juice⋆, glycerin⋆, octyldodecanol, sucrose palmitate, glyceryl stearate, cetearyl alcohol, potassium palmitoyl hydrolyzed wheat protein, glyceryl caprylate, parfum (fragrance)⋆⋆, magnesium aluminum silicate, helianthus annuus (sunflower) seed oil, pentylene glycol, tocopherol, xanthan gum, acacia senegal gum, p-anisic acid, sodium stearoyl lactylate, magnolia officinalis bark extract, simmondsia chinensis (jojoba) seed oil⋆, butyrospermum parkii (shea) butter⋆, euterpe oleracea (açai) fruit oil⋆, rosmarinus officinalis (rosemary) leaf extract, elaeis guineensis (palm) but ter⋆, punica granatum (pomegranate) fruit extract⋆, hyaluronic acid, hydrolyzed sodium hyaluronate, helianthus annuus (sunflower) seed flour, [+/- (may contain) ci 77891 (titanium dioxide), ci 77492 (iron oxides), ci 77491 (iron oxides), ci 77499 (iron oxides)] Grazie mille!

alessandra89
Fri, 13 May 2022 07:21:52 GMT

Per curiosità ho dato un'occhiata a questo P-Anisic Acid ed è doppio bollino rosso, sostanza sintetica, profumo. Molti siti di pseudo intenditori lo segnalano come sicuro, ma sarà che mi fido di Fabrizio, sarà che internet ormai è una giungla di sedicenti esperti dove chiunque può scrivere la sua idiozia quotidiana, personalmente non userei un prodotto che lo contiene. Sentiamo che dice Fabrizio...

larisagabriela
Fri, 13 May 2022 08:54:36 GMT

Ti ringrazio! Comunque su internet ho trovato anche questo...sono molto confusa 😅 [Screenshot_20220513_105415](//muut.com/u/ecobiocontrol/s2/:ecobiocontrol:Mj5V:screenshot_20220513_105415.jpg.jpg)

alessandra89
Fri, 13 May 2022 09:44:29 GMT

Lo sarei pure io proprio perchè, come scrivevo prima, ognuno su internet scrive le cavolate che vuole. Ti consiglio di attendere un parere di Fabrizio, meglio di lui nessuno può darti un consiglio giusto e mirato. Anche perchè lo screenshot che hai postato parla di sostanza vegetale, mentre il biodizionario lo classifica come *sostanza sintetica*. P.S. Se Fabrizio lo ha segnato doppio rosso nel dizionario, comunque un motivo ci sarà ;-)

larisagabriela
Fri, 13 May 2022 15:18:55 GMT

Infatti, attendo curiosa una sua risposta. 😊

Fabrizio ecobiocontrol
Mon, 16 May 2022 18:20:50 GMT

Ciao larisagabriela, la sostanza che hai citato è un componente normale di molti profumi. Certamente si trova nell'anice ma la stragrande maggioranza della sostanza è sintetica. In questi anni si è adottato anche il termine "natural identica" per sottolineare che è praticamente uguale. Se andassimo poi a vedere i consumi di energia, eventuali inquinanti eccetera è chiaro che la forma sintetica costa molto meno di quella vegetale. Le essenze naturali hanno senso quando sono dei miscugli impossibili da copiare non quando si tratta di una "molecola". Un olio essenziale di bergamotto è stupendamente gradevole ma contiene centinaia di sostanze e per questo viene coltivato. Ma torniamo al doppio rosso. Per stabilire un criterio di scelta ho sfogliato i dati dell'ECHA e nella parte che interessa a noi la risposta è sempre questa: "non ci sono dati". Allora ho studiati i documenti di IFRA (l'associazione dei profumieri mondiale) e di altre fonti importanti. Purtroppo questa sostanza non è ancora studiata a sufficienza ma la sua conformazione chimica lascia intendere che potrebbe avere un impatto ambientale pesante. Quindi io ho dato due rossi in attesa di dati e mi meraviglio che altri considerino questa sostanza innocua. Ciao Fabrizio

larisagabriela
Mon, 16 May 2022 21:18:59 GMT

Grazie mille per la sua preziosa risposta! Oltre all'impatto ambientale immagino non si possano capire/definire ancora neanche gli effetti sulla pelle... Ovvero cosa significa usare prodotti con questo tipo di sostanza all'interno?

alessandra89
Tue, 17 May 2022 07:51:39 GMT

E' un profumo di derivazione sintetica e come tutti i profumi possono dare allergie o reazioni insolite.

Fabrizio ecobiocontrol
Tue, 17 May 2022 17:07:43 GMT

> @larisagabriela > Ovvero cosa significa usare prodotti con questo tipo di sostanza all'interno? La tua domanda è super lecita ma la situazione non ci permette di dire cose senza una solida base scientifica. Le cavolate le lasciamo dire agli altri. Vedi, la situazione è questa: Se una sostanza viene prodotto in enormi quantità deve avere molti dati tecnici a supporto della sua pericolosità o non pericolosità. Queste materie prime sono state già registrate al REACH ed abbiamo dunque una montagna di dati. A mano a mano che le quantità diventano piccole i tempi concessi si allungano ed oggi siamo nella fase ultima cioè vengono considerate le sostanze con quantità prodotte minime. La molecola di cui stiamo parlando appartiene a quest'ultima classe e quindi ci vorrà un po' di tempo per avere dati disponibili. Spero di essermi espresso in modo comprensibile. Ciao Fabrizio