ecobiocontrol

Open full view…

Reazioni allergiche

mar1903
Thu, 29 Sep 2022 15:40:27 GMT

Ciao! Apro un nuovo thread sperando di non intasare troppo il forum… Mi chiedevo se poteste darmi la vostra opinione sugli ingredienti di questa crema, se ci sono sostanze che spesso causano reazioni allergiche… l’ho provata ieri sera e stamattina mi sono trovata la faccia rossa. Io ho la pelle davvero reattiva e forse prima o poi dovrò decidermi ad andare da uno specialista per chiarire il tutto (sono restia perché fare tutti gli esami è davvero costoso e le uniche razioni che ho sono a livello dermatologico, quindi non sto veramente male) ma intanto vorrei provare a capire la cosa da sola, così magari potrei evitare ciò che sospetto mi possa fare male! Anche se riguardo a questa crema è strano perché l’avevo provata un’altra volta e non mi aveva fatto nulla… ma questa volta mi ha dato la stessa reazione che ho avuto mettendomi una volta una crema di aloe (anzi quella volta è stato mille volte peggio), ovvero sembra un po’ che abbia preso troppo sole e la pelle mi brucia un po’, proprio come quando si è un po’ ustionati…! Ecco l’inci insomma: Aqua [Water], Diethylhexy l carbonate, Cetearyl ethylhexanoate, Potassium olivoyl hydrolyzed wheat protein, Decyl oleate, Polyglyceryl-3 methylglucose distearate, Glyceryl oleate, Glyceryl stearate, Cetearyl alcohol, Olea europaea (Olive) oil unsaponifiables, Butyrospermum parkii (Shea) butter (*), Panthenol, Simmondsia chinensis (Jojoba) seed oil, Prunus amygdalus dulcis (Sweet almond) oil, Hydrolyzed manihot esculenta tuber extract, Sodium hyaluronate, Hydrolyzed hyaluronic acid, Hydrogenated olive oil, Olea europaea (Olive) fruit oil, Sodium phytate, Ammonium acryloyldimethyltaurate/VP copolymer, Parfum [Fragrance], Phenoxyethanol, Ethylhexylglycerin, Lecithin, Tocopherol, Ascorbyl palmitate, Citric acid. (*) da agricolura biologica

corniola
Thu, 29 Sep 2022 19:59:06 GMT

Io NON SO valutare tutti i composti ma so per certo, perchè l'ho dovuto abolire io stessa che mi autoproduco le creme, (ci sono anche studi sui meccanismi di sensibilizzazione indotta da questo conservante), che il fenossietanolo (Phenoxyethanol) può indurre sensazioni di bruciore, prurito etc A me però lo fa solo dove la pelle è più sottile, vicino agli occhi e la pelle non si arrossa, ma si limita a bruciare. Per il resto lascio la parola a chi ne sa più di me

saradieffe
Fri, 30 Sep 2022 06:08:19 GMT

@Mar1903 questa crema contiene profumo e quello è un allergene. Detto ciò, in questo forum ho capito che siamo davvero diversi e ciò che può essere innocuo per tutti, può diventare veleno per la pelle di qualcuno (anche mio marito con i prodotti con aloe ha passato realmente le pene dell’inferno). @Corniola da super ignorante in materia, io credo che il fastidio a cui ti riferisci dipenda anche dal fatto che, come spiegava tempo fa Fabrizio, alcuni conservanti lavorano a ph acido e nella zona perioculare - sottile e delicata - possono quindi bruciare. Nell’autoproduzione, in cui puoi essere imprecisa nel tarare gli ingredienti (ammesso che tu segua delle ricette chimicamente perfette), la possibilità che un prodotto occhi possa bruciare, aumenta. Poi si, come detto sopra, resta sempre la possibilità che un ingrediente per la tua pelle possa essere assolutamente intollerabile. Io nella mia vita ne ho dovuti eliminare parecchi.

mar1903
Fri, 30 Sep 2022 09:41:46 GMT

Grazie a entrambe per la risposta! Terrò conto in ogni caso dello Phenoxyethanol, magari farò anche l’esperimento di provare un’altra crema che lo contenga per vedere come va. O forse appunto è il profumo! Anche se fino ad ora ho usato altre creme che lo contenevano… spero non sia questo! 😭 riguardo all’aloe… io me ne tengo assolutamente alla larga, dopo ciò che ha fatto alla mia faccia! Sembravo realmente ustionata in quel caso e la pelle mi bruciava tantissimo. Per la maggior parte della gente è super benefica ma purtroppo ad alcuni invece fa male! 😭 io mi ricordo di essermene spalmata un bel po’ in faccia proprio per usufruire delle sue mille proprietà ma dopo qualche minuto stavo andando a fuoco. Non contenta, qualche tempo dopo ho deciso di riprovare sul corpo siccome mi dispiaceva buttare tutto il tubetto… e niente, anche sulle gambe mi ha fatto male 😂😂

saradieffe
Fri, 30 Sep 2022 11:44:22 GMT

@mar1903 mio marito ha avuto lo stesso problema di “ustione” con l’aloe, ecco per ti dicevo che ciò che per molti è buono, per qualcuno è addirittura pericoloso. Sulla questione profumo, conta che ogni fragranza è composta da decine di elementi diversi. Magari un profumo può non farti niente, un altro darti problemi. Non è facile indagare, lo comprendo. Quando mio marito ha avuto problemi con l’aloe sono andata per tentativi e incroci. TANTI tentativi. Prova sull’avambraccio altri prodotti che contengono fenossietanolo: se hai lo stesso problema allora cominci a restringere il campo, se non hai alcun fastidio, non è l’elemento incriminato.

corniola
Fri, 30 Sep 2022 15:17:02 GMT

Saradieffe: non è il pH, che io controllo col pHmetro, è proprio il fenossietanolo. Stessa crema, diverso conservante nessun problema. Peraltro il fenossietanolo, pur essendo un ottimo conservante, oltre a poter indurre allergie, come qualunque altra sostanza, e come molti conservanti, è anche noto per interagire, in certi soggetti, con alcuni recettori che si trovano nella pelle producendo un particolare effetto neurosensoriale di bruciore e prurito (è il mio caso).

mar1903
Fri, 11 Nov 2022 10:20:00 GMT

Aggiornamento per chiunque potrebbe forse avere la mia stessa reazione allergica: ho osato provare ieri un siero alla vitamina c che conteneva anche aloe e non mi ha dato nesssuna brutta reazione! Quindi boh, forse come ha suggerito corniola la causa era il Phenoxyethanol…. Colgo poi l’occasione per fare un’altra domanda non correlata: c’è una legge che impone la pubblicazione degli inci, come mi pare sia per i cibi? Perché ieri appunto sono andata a comprare un siero alla vitamina c e ne vendevano di due tipi. Io ho letto al volo sul posto gli Inci ma in realtà non sono ancora in grado di capirci qualcosa in autonomia (cioè senza biodizionario) quindi alla fine ho preso quello di una marca già provata e di cui dunque mi fidavo di più. Poi a casa sono andata a controllare che non ci fossero dentro cose strane (per fortuna no) e per curiosità volevo controllare anche l’altro… ma non sono riuscita a trovare da nessuna parte l’inci! Nemmeno nel sito ufficiale! Riportavano solo i principi attivi e insistevano sul fatto che fosse un concentrato puro, ma anche in questi casi si mette sempre almeno un conservante o due no?? Io volevo vedere esattamente che c’era dentro ma è stato impossibile… al negozio la scatolina lo riportava (sul “sotto” della scatolina, mezzo scolorito e quasi nascosto dal cartellino del prezzo ma più o meno si poteva leggere) ma online da nessuna parte… è legale? Se uno vuole comprare online come fa a sapere gli ingredienti?? (Questo comunque mi ha resa ancora più scettica sulla loro formulazione, magari c’era dentro chissà che!)

saradieffe
Fri, 11 Nov 2022 12:00:23 GMT

@mar1903 Fabrizio ha scritto in qualche post che chi non tollera l’aloe, spesso riesce a tollerarlo quando è mischiato ad altri ingredienti e quando è presente in minor quantità. Ognuno ha i propri livelli di tolleranza. Non è detto peraltro che la tua sia una reazione di tipo allergico ma potrebbe essere semplicemente di tipo irritativo (non immuno-mediata). Esistono infatti la DIC (dermatite irritativa da contatto) e la DAC (dermatite allergica da contatto) e la distinzione tra l’una e l’altra si evince solo con i patch test eseguiti con gli specialisti. Fonte: la mia allergologa.

mar1903
Fri, 11 Nov 2022 18:17:51 GMT

Wow grazie per tutte queste specificazioni! Ammetto di essere ancora abbastanza ignorante in materia, quindi forse ho cantato vittoria troppo presto! Vedremo come va con questo siero intanto… però se per esempio dipendesse dalla mescolanza con altro o dalla minor quantità sarei davvero contenta perché potrei non escludere a priori diverse cose! Pian piano sperimenterò🤓.

saradieffe
Fri, 11 Nov 2022 21:25:42 GMT

Si, la pelle è un giudice severo e bisogna saperla ascoltare. Come è scritto su ecobiocontrol, spesso è la dose che fa il veleno. In tutti i casi è sempre meglio fare le prove del prodotto quando si sospetta che un ingrediente possa farci male, ma sempre con attenzione. Al primo segnale negativo, fermati.

Fabrizio ecobiocontrol
Sat, 12 Nov 2022 18:32:31 GMT

Ciao mar1903 (un giorno ci racconterai cos'è quel 1903, ok?) ma andiamo avanti con ordine e veniamo alle tue domande. I casi di intolleranza/reazione allergica all'Aloe sono ormai all'ordine del giorno e non è un caso che il nostro mitico EcoBioDizionario classifiche tre derivati dell'Aloe col pallini giallo (attenzione che ci potrebbero essere dei problemi). Ma c'è almeno una buona notizia e cioè che puoi tranquillamente eliminare qualsiasi crema per passare al latte vaccino. Ci sono, in questo forum, molte esperienze ed indicazioni. Per quanto riguarda l'osservazione "ho osato provare ieri un siero alla vitamina c che conteneva anche aloe" occorre dire che di vitamina, in un siero, non ce ne sarà neppure l'ombra! E' una sostanza talmente reattiva che si scassa subito e forse, in questo caso specifico, è andata ad interferire con le sostanze presenti nell'aloe e che danno dei problemi. > @saradieffe > Quando mio marito ha avuto problemi con l’aloe sono andata per tentativi e incroci. benissimo ma hai anche trovato il modo di commettere il delitto perfetto: eh signor gi udice, mio marito non mi ha ascoltato ed è rimasto fulminato da una crema dopobarba all'aloe, il meschino. :) :) :) ma tu non approfittarne, eh? Ciao Fabrizio

saradieffe
Sun, 13 Nov 2022 07:19:17 GMT

😂