ecobiocontrol

Open full view…

Aiuti e consigli sui cicli di risciacquo

del_user
Wed, 07 Oct 2020 08:48:27 GMT

Sto facendo un piccolo sondaggio sui risciacqui in lavatrice e le tecniche che effettuate. Dunque, in un post di qualche giorno fa discutevo con Fabrizio sulle lavatrici moderne che lavano con poca acqua (e questo potrebbe anche andarmi bene), ma risciacquano anche con pochissima acqua: la mia fa 2 risciacqui di numero, praticamente il primo con uno sputo d’acqua pura ed il secondo pure, caricando l’ammorbidente. Va da sé che anche cercando di dosare il detersivo nella quantità “presumibilmente” idonea, cioè rapportato ai KG di biancheria ed alla durezza dell’acqua (questo ovviamente basandosi sulla targhetta del dosaggio posta sul retro della confezione di detersivo), il bucato comunque non è ne mai sarà sciacquato a dovere con tutti gli svantaggi e rischi di indossare vestiti ancora parzialmente saponati. I produttori di lavatrici, pur di avere la certificazione A+++++++++ da questo orecchio pare non ci sentano, direi completamente sordi o stupidi o entrambe le cose, e continuano imperterriti a diminuire i numeri di risciacqui e la quantità d’acqua. Capisco che l’ac qua è un bene primario e prezioso e, in quanto tale, non debba essere sprecata nel modo più assoluto…. Ma credo ci siano anche delle vie di mezzo tra le lavatrici di un tempo che sciacquavano con acqua a metà cestello e quelli di oggi dove l’acqua arriva a malapena al bordo di gomma della guarnizione dell’oblò! Ho fatto un piccolo test casalingo, nulla di strumentale ma semplicemente una misurazione visiva. Facendo un ciclo standard/cotone, ovvero con i 2 sputi d’acqua finale, la biancheria sembrava “apparentemente” sciacquata. Per sfizio ho voluto alla fine avviare il programma “risciacqui” che sarebbe un ciclo di 3 risciacqui con relative centrifughe intermedie da utilizzare dopo un lavaggio a mano. Mi si è aperto un mondo! A parte il carico d’acqua abbondante, cioè il vecchio riempimento a metà cestello delle vecchie lavatrici di cui sopra, l’acqua era ancora saponata. Di poco, ma lo era. Solo al secondo risciacquo dei 3 aggiuntivi ho visto l’acqua finalmente trasparente e cristallina ed il terzo ed ultimo, con acido citrico ed ammorbidente, ha completato l’opera. Quindi cinque (5) risciacqui in totale, di cui 2 standard con un rigagnolo d'acqua e 3 aggiuntivi a metà cestello. Per cui d’ora in poi farò così. I tempi di lavaggio si allungheranno di mezz’ora scarsa, ma almeno avrò un risultato soddisfacente. Mi rivolgo ora ai possessori di lavatrici di ultima, o quasi, generazione. Voi come fate? Non ci date importanza e come vengono, vengono? Fate risciacqui aggiuntivi? Aggiungete acqua nel cestello caricandola manualmente? Consigli, tecniche e trucchi per bypassare il problema saranno apprezzatissimi. Grazie fin da ora! :)

sergia
Sun, 20 Jun 2021 08:35:58 GMT

> @arimad > La mia lavatrice purtroppo non mi fa aggiungere un risciacquo aggiuntivo Idem...

Dido
Sun, 20 Jun 2021 09:04:14 GMT

Ciao ragazze, secondo me è un falso problema, poi Fabrizio mi correggerà. Intanto, la discussione a cui si riferisce Arimad la trovate nel thread "fissare colore tessuti" aperto dalla sottoscritta nel 2018, così potete farvi un'idea. Per il resto, il problema non è: se inserire in vasca il citrico al penultimo o all'ultimo risciacquo aggiuntivo, ma che venga inserito, punto....concentrarsi più sul fatto che sul metodo..... Il nostro obiettivo è quello di riportare un ambiente basico creato dal detersivo ad un ambiente neutrale/acido. Obiettivo che si raggiunge indipendente dal penultimo o dall'ultimo risciacquo e che non verrà inficiato da ulteriori risciacqui. Capire quali e quanti residui mi rimangono in vasca utilizzando un metodo piuttosto che l'altro, dipende da mille variabili.... della serie uno, nessuno.... centomila.... anche perchè, a rigor di logica, le due sostanze dovrebbero annullarsi a vicenda.... Io ho optato per la comodità. Avendo tutto in automatico, risciacquo aggiuntivo compreso, il citrico+ ammorbidente mi entra all'ultimo. 🤗

alessandra89
Sun, 20 Jun 2021 10:12:43 GMT

Dido, scusami, ma essendo che il citrico serve anche a rimuove eventuali residui calcarei nell'acqua e quindi nei panni, parlo ovviamente per chi ha acque dure, se io faccio un'ulteriore risciacquo dopo il citrico, siamo punto e a capo. Mi sbaglio? :-)

alessandra89
Sun, 20 Jun 2021 10:14:30 GMT

Tra l'altro, aggiungo, sarebbe interessante sapere, posto e concesso che esista una regola, quanti sono il numero di risciacqui ottimali da effettuare col detersivo liquido e quanti con quello in polvere.

Dido
Sun, 20 Jun 2021 19:14:53 GMT

Ciao Alessandra, su entrambe le domande non vi sono evidenze tecniche (almeno per me) sul forum, posso solo esprimere un parere personale. Anch'io penso che il miglior impiego del citrico sia quello dell'ultimo risciacquo. Sicuramente i residui da detersivo saranno minori e la sua performance più incisiva. Per quanto riguarda il risciacquo aggiuntivo lo uso su tutti i lavaggi praticamente da default indipendentemente dal detersivo e da tutto il resto. Non credo occorra niente altro anche perchè le lavatrici (almeno la mia), in genere, adottano tempi e azioni meccaniche diverse a secondo del ciclo impostato. Nel senso che il risciacquo - indipendentemente dalla quantità di acqua caricata, in termini di tempi e azione meccanica si adeguano al lavaggio richiesto.

alessandra89
Sun, 20 Jun 2021 19:57:47 GMT

D'accordissimo con te su entrambi i fronti. Nel senso che anche la mia lavatrice è adattiva come risciacqui, sulla base del ciclo, della durata, del carico, ecc... ed io pure di default faccio sempre e comunque 1 risciacquo aggiuntivo, mi sento più tranquilla. Tornando all'ultimo e penultimo risciacquo con acido citrico, pure io prediligo l'ultimo, oltre che per comodità, ma proprio perchè facendone uno extra post citrico, mi sembrerebbe di vanificare l'azione benefica del citrico stesso.

Dido
Mon, 21 Jun 2021 06:40:06 GMT

In effetti Alessandra, per essere precisa avrei dovuto chiarire meglio la mia premessa aggiungendo: "oltre ai due punti cardini del risciacquo (citrico all'ultimo e aggiuntivo consigliato).... non mi risultano ulteriori evidenze....ecc..."

erika_boccaccio
Mon, 21 Jun 2021 22:00:46 GMT

Grazie mille a tutti e scusate se ho creato un po' di trambusto 😅 Chiedevo delucidazioni perché, considerando quello che ho avuto modo di imparare leggendo sul forum e su altri siti che citano il sig. Zago o mamma chimica, anche io pensavo di vanificare l'effetto dell'acido citrico inserendolo nella vaschetta dell'ammorbidente all'inizio del programma di lavaggio e non prima del risciacquo aggiuntivo che devo far partire manualmente perché non è programmabile! Proverò a farlo come ultimo risciacquo e vedrò di sperimetare per di capire quale risultato preferisco. Grazie ancora per tutte le informazioni utili!

alessandra89
Tue, 22 Jun 2021 06:25:38 GMT

Ottimo erika, fai delle prove mettendo il citrico per ultimo così poi ci scrivi come ti sei trovata :-)

Dido
Tue, 22 Jun 2021 06:45:20 GMT

Ciao erika_boccaccio, io invece aspetterei Fabrizio prima di stravolgere la tua routine sull'uso del citrico nel penultimo risciacquo. Perché, ripeto, secondo me la passivazione dei tessuti la si ottiene ugualmente. Così come non sono sicura che il citrico, in entrambi i metodi, abbia quel gran effetto sul calcare....meglio tutelarsi con un lavaggio periodico a vuoto... E cmq, come ho detto sopra, le mie sono osservazioni personali e di comodità NON basate su evidenze tecniche. Meglio appurare! 🤗

Fabrizio ecobiocontrol
Fri, 25 Jun 2021 16:39:52 GMT

> @Dido > secondo me la passivazione dei tessuti la si ottiene ugualmente. assolutamente sì, i panni si passivano perfettamente anche con il citrico al penultimo risciacquo. Ciao Fabrizio

elenaa
Fri, 25 Jun 2021 17:52:23 GMT

Buona notizia, per me è più comodo così!

alessandra89
Fri, 25 Jun 2021 17:56:51 GMT

Ok.... ultimo dubbio, per dovere di chiarezza. Otteniamo la passivazione anche col penultimo risciacquo. Ho imparato una cosa che non sapevo :-) Ma col calcare come la mettiamo? Io avevo capito che l'ultimo risciacquo con citrico serviva, oltre che a passivare, anche ad eliminare eventuali residui di calcare passati dall'acqua (soprattutto se dura) ai tessuti. Per cui se io faccio un secondo risciacquo post citrico, vado a rimettere nei panni quel calcare che il citrico aveva tolto.... o no? :-D :-D :-D

erika_boccaccio
Thu, 15 Jul 2021 11:48:23 GMT

Grazie infinite a tutti! Alla fine mi sono accorta che mi trovo meglio ad usarlo nell'ultimo risciacquo che faccio perché i panni, soprattutto gli asciugamani che uso per la mia piccolina di due mesi, mi sembrano più morbidi. Sarà vero? Sarà una mia suggestione? Chi può dirlo, forse Fabrizio o qualcuno di voi 😂 Un consiglio per quanto riguarda le quantità: al momento sto usando dai 30 ai 60 ml circa (a seconda del carico della lavatrice) di soluzione al 15% di acido citrico anidro se non sbaglio (officina naturae), la durezza dell'acqua nella mia zona dovrebbe essere intorno ai 25, dite che può andare?

alessandra89
Thu, 15 Jul 2021 13:48:48 GMT

> @erika_boccaccio >Alla fine mi sono accorta che mi trovo meglio ad usarlo nell'ultimo risciacquo che faccio perché i panni, soprattutto gli asciugamani che uso per la mia piccolina di due mesi, mi sembrano più morbidi. Sarà vero? Secondo me è meglio perché usando il citrico nell'ultimo risciacquo, oltre a "passivare" il bucato, togli anche eventuali residui calcarei dai tessuti, soprattutto se hai un'acqua dura. Per i quantitativi, ti posso rispondere per quanto riguarda la mia situazione: acqua 34 gradi francesi, quindi soluzione di acido citrico al 20% in acqua demineralizzata, 25 ml per 4,5 kg di bucato se uso detersivo liquido, 100 ml nei rarissimi casi in cui uso detersivo in polvere che è, tra le altre cose, un po' ostico da risciacquare.

alessandra89
Thu, 15 Jul 2021 14:00:21 GMT

SIa chiaro, questa è la mia routine di risciacquo, ma non è detto che sia corretta.

erika_boccaccio
Thu, 15 Jul 2021 16:38:36 GMT

Ecco un altro dei miei problemi è stabilire quanti kg è il carico, io vado sempre un po' a sentimento!

alessandra89
Thu, 15 Jul 2021 20:24:54 GMT

Credo sia molto importante sapere quanti KG di biancheria asciutta si mettono nel cestello anche e soprattutto per dosare la corretta quantità di detersivo, tabella del produttore rapportata ai KG/durezza acqua/livello di sporco. Reputo la cosa fondamentale, oltre che per evitare di NON lavare, cioè per troppo poco detersivo o viceversa per un eccesso di detersivo che, oltre allo spreco, poi ci costringe a multipli risciacqui. Io peso il bucato fisicamente con una bilancina poratile pesa trolley da aereo (4 euro in un negozio di oggettistica cinese). Lo so, anticipo quello che stai pensando, sono da ricovero coatto o se preferisci da T.S.O. (Trattamento Sanitario Obbligatorio) :-D

erika_boccaccio
Thu, 15 Jul 2021 23:36:19 GMT

In realtà credo che la tua trovata sia super ingegnosa, cercherò anche io lo stesso aggeggio perché pesare sulla bilancia pesapersone è praticamente impossibile! Grazie 😁

alessandra89
Fri, 16 Jul 2021 05:37:00 GMT

E' un aggeggio del genere [Screenshot_20210716-073601_Amazon Shopping](//muut.com/u/ecobiocontrol/s2/:ecobiocontrol:eSGD:screenshot_20210716073601_amazonshopping.jpg.jpg)

next
last page