ecobiocontrol

Open full view…

Citrato di sodio nel detersivo per pavimenti

AlessandroD
Sat, 22 Oct 2022 23:41:42 GMT

Poiché dispongo di un’acqua piuttosto dura, pensavo di utilizzare il *citrato di sodio* per aumentare il potere lavante (e quindi diminuire la quantità usata) del detersivo per pavimenti prodotto secondo la ricetta di Dido. Ecco le mie domande: (1) Secondo voi è una buona cosa? Lo chiedo perché nel caso dei detersivi per lavatrice e lavastoviglie ho visto che questo ingrediente compare nelle varie ricette, mentre nel caso del detersivo per pavimenti esso non c’è. (2) Se l’acqua ha una durezza di 30 gradi francesi, quanto citrato di sodio biidrato si deve mettere per litro di acqua? O anche meglio, per generalizzare, qual’è la quantità di citrato di sodio biidrato che si deve mettere in un litro di acqua per ogni grado francese di durezza? (3) La presenza del citrato di sodio nell’acqua, che sia presente nella quantità adeguata alla durezza dell’acqua, o che sia presente in una quantità superiore (per esempio, a causa di eventi casuali o sistematici, la durezza effettiva potrebbe essere minore di quella dichiarata dal fornitore), potrebbe lasciare qualche residuo (o c omunque qualche effetto estetico negativo) dopo l’asciugatura del pavimento? Spero di non aver fatto domande banali, e soprattutto perdonatemi se le risposte a queste si potevano già leggere in qualche altra discussione del forum (che evidentemente mi è sfuggita). Grazie. Un saluto, Alessandro

kapa65
Mon, 24 Oct 2022 03:00:02 GMT

Io lo metto nel secchio dell'acqua (anche la mia è dura) dove poi sciolgo il detersivo pavimenti. Ho notato che i pavimenti del bagno vengono con meno aloni e più puliti. La mia però è un'osservazione del tutto empirica, senza basi chimiche. E c'era un'osservazione in merito in una lunga discussione qui sul forum, purtroppo non riesco a rintracciarla. Sulle quantità non saprei, vado a occhio.

Dido
Mon, 24 Oct 2022 14:28:23 GMT

> @AlessandroD > Poiché dispongo di un’acqua piuttosto dura, pensavo di utilizzare il citrato di sodio per aumentare il potere lavante (e quindi diminuire la quantità usata) del detersivo per pavimenti prodotto secondo la ricetta di Dido. Ciao Alessandro, l'unica volta (che io ricordi) che si é parlato di citrato di sodio oltre al detersivo lavatrice autoprodotto è stato in questa discussione: _Si fa presto a dire percarbonato… (edito da Sergia)_ in cui ci si chiedeva il senso della presenza di sequestrante in una confezione di percarbonato. La risposta, a seguire, del fornitore e la precisazione di Fabrizio poi, ne danno tutto il senso e l'importanza di avere cmq in formula un sequestrante. Nel detersivo pavimenti a cui ti riferisci, io non ho mai inserito citrato di sodio per il fatto che, oltre all' aldocitore, alla prova dei fatti mi ha sempre soddisfatto. A presto, ciao 🤗

Fabrizio ecobiocontrol
Sat, 29 Oct 2022 17:41:37 GMT

Ciao AlessandroD, le cose stanno così: qualsiasi cosa tu inserisca in un detersivo poi la vedrai (sotto forma di aloni) sulle superfici trattate. Ovvio che ci sono un mucchio di trucchetti per evitare di mostrare gli aloni. Ad esempio aggiungendo alla formulazione della glicerina che plastifica lo sporco. Cioè forma uno straterello molto sottile in cui le sostanze visibili, vengono sciolte e non si vedono più. Ma se non metti una sostanza è certo che non la si vedrà! Torniamo al punto di partenza: serve un sequestrante in un detergente per piatti? Risposta: serve a poco a meno di situazioni particolari: - ho un lavapavimenti a base di acqua ossigenata, allora il sequestrante è indispensabile per mantenere l'integrità della formulazione. - ho uno sporco "pesante" ed allora serve una sostanza sia sequestrante che disperdente ed anche in questo caso ce ne deve essere. Per le pulizie domestiche non vedo la necessità di inserire dei sequestranti. Ciao Fabrizio

AlessandroD
Tue, 01 Nov 2022 14:14:04 GMT

Ho capito: a meno di situazioni molto particolari, anche in presenza di acque dure, nel detersivo per pavimenti non è consigliabile mettere un sequestrante. E invece, quando dopo aver lavato alcune volte il pavimento con il mop, metto a bagno quest’ultimo con percarbonato, TAED e detersivo per piatti, potrebbe essere utile un sequestrante per evitare la deposizione del calcare sul cotone del mop (tenendo conto che per far questo uso acqua calda, dura)? Forse a lungo andare il tessuto del mop potrebbe mantenersi in modo peggiore e ingrigirsi molto di piú, se non lo si fa? Grazie ancora. Un saluto, Alessandro

Fabrizio ecobiocontrol
Thu, 03 Nov 2022 10:08:30 GMT

> @AlessandroD > percarbonato, TAED e detersivo per piatti, potrebbe essere utile un sequestrante per evitare la deposizione del calcare sul cotone del mop Assolutamente sì anche se un mop grigio lava esattamente come uno candido. Ma la risposta è certo che lo mantieni come nuovo. Ciao Fabrizio

AlessandroD
Fri, 04 Nov 2022 23:52:56 GMT

E una domanda generale (per il lavaggio di tessuti, per il lavaggio di stoviglie, per altro) sull’uso del citrato di sodio come sequestrante degli ioni calcio e magnesio, che determinano la durezza dell’acqua: quanti grammi di _citrato di sodio biidrato_ è necessario mettere in un litro di acqua per ogni grado francese di durezza? (Affinché pressoché tutti gli ioni della durezza non siano piú liberi) Si può stimare in qualche modo questa quantità? Grazie. Ancora un saluto, Alessandro

Fabrizio ecobiocontrol
Sat, 05 Nov 2022 08:51:20 GMT

Certo che è possibile e anzi si può calcolare al millesimo. Ma per evitare di rimanere sul generale, che poi diventa difficile da interpretare, direi che potresti darmi la durezza della tua acqua e così facciamo un calcolo preciso. Ok? Ciao Fabrizio

AlessandroD
Sat, 05 Nov 2022 13:49:28 GMT

In luoghi diversi, dispongo di queste due acque: acqua 1 - durezza: 30 °F acqua 2 - durezza: 46 °F (Non posso portarmi dietro l’acqua da uno dei due luoghi all’altro) Il citrato di sodio che ho è in forma biidrata. Nella domanda avevo tentato di generalizzare per fare in modo che chiunque (anche me stesso, in futuro) potesse ricavarsi la quantità giusta per qualsiasi tipo di acqua. Grazie. Un saluto, Alessandro

Fabrizio ecobiocontrol
Sat, 12 Nov 2022 18:52:39 GMT

Ok, diciamo che il luogo dove hai acqua a 46 gradi francesi di durezza dovresti evitare di sporcare i pavimenti e anche di fare il bucato, è acqua durissima! L'acqua a 30° F è anche lei dura ma gestibile. Per quest'ultima diciamo che dovresti mettere tre grammi di citrato biidrato in un secchio d'acqua di 5 litri. Ok? Ciao Fabrizio

AlessandroD
Sat, 12 Nov 2022 22:54:16 GMT

Come dicevo, chiedevo in generale per il bucato a mano (lavaggio del mop in questo caso), per il lavaggio dei piatti a mano, eccetera, se il detersivo per piatti usato non contiene già sequestranti. Solo 3 g di citrato di sodio biidrato in 5 l di acqua per un acqua di 30 gradi francesi? Cosí poco? Grazie. Un saluto, Alessandro

Fabrizio ecobiocontrol
Tue, 15 Nov 2022 18:07:03 GMT

Andiamo con ordine: il lavapiatti non contiene nessun sequestrante. Garantito. Sì, 3 grammi in 5 litri bastano, puoi aumentare fino a 5 ma dopo avrai grossi problemi di aloni sul pavimento. Ciao Fabrizio