ecobiocontrol

Open full view…

laviamo "i panni sporchi in casa"...

Francesco
Tue, 15 Sep 2020 08:49:18 GMT

Buongiorno a tutti, volevo aprire un thread per confrontarmi su discorso del corretto risciacquo di una lavatrice. La premessa è che le lavatrici moderne lavano con pochissima acqua, praticamente a secco, fanno pochi risciacqui, sempre con acqua al minimo sindacale e tutte le volte mi viene il sacrosanto dubbio se i panni siano stati effettivamente lavati e risciacquati correttamente. Uso detersivo ecobio, tengo conto della loro biodegradabilità, mi regolo come posso sulle dosi cercando di non metterne troppo o troppo poco… anche se in questo caso non esiste una regola, in quanto tengo conto della durezza dell’acqua, del livello di sporco, ecc… ecc… ed in questi casi penso valga di più la pratica, l’esperienza ed il buon senso. Su internet si leggono mille teorie, molte un po’ azzardate, alcune poco corrette (tipo l’aceto al posto dell’acido citrico – credenza dura a morire ). C’è addirittura chi sostiene, giusto o sbagliato che sia, che tra il termine del lavaggio ed il primo risciacquo, le lavatrici NON dovrebbero effettuare alcun tipo di centrifuga per il discorso d el “cooldown”, ovvero centrifugare il bucato caldo ancora impregnato di detersivo sarebbe controproducente, mentre un risciacquo freddo senza centrifuga favorirebbe l’eliminazione del detersivo ed eviterebbe la formazione di spiegazzamenti eccessivi. Non esiste, ad ogni modo, né la lavatrice perfetta e nemmeno il detersivo perfetto ed occorre sempre trovare una soluzione di compromesso. Tornando ai risciacqui, senza per forza comprare un elettrodomestico Miele ed accedere ad un mutuo in banca, ci sono anche buone lavatrici nazionali che permettono anche una personalizzazione dei cicli di lavaggio e risciacquo. Mi chiedevo, quindi, in linea generale, cosa sia meglio fare. Nel mio caso posso aumentare la quantità d’acqua (presumo sia un comando nella scheda elettronica che va ad agire direttamente sull’ apertura del pressostato) per il lavaggio e risciacquo ed anche di aumentare il numero dei risciacqui fino a 5. La mia lavatrice, di default, ne fa 3: 2 ad acqua più 1 con ammorbidente. Sicuramente occorre tenere sempre conto dei risparmi energetici e di tempo, ma nel contempo penso si dovrebbe anche tenere in considerazione le performance di lavaggio anche perché, alla fine, una lavatrice deve fare il suo lavoro, cioè “lavare”. Quindi, in conclusione, mi chiedevo come vi regolate e se sia il caso – sempre in linea generale – oltre ad aumentare la quantità d’acqua nel cestello, di aumentare il numero dei risciacqui e quanti farne. Grazie e scusatemi se mi sono dilungato troppo. Francesco

justine27
Wed, 16 Sep 2020 16:39:50 GMT

Sbaglierò ma io non credo che il carico dall'alto o dal basso sia l'indicatore di una buona lavatrice o meno. Dipende dal prodotto. Spero di non dire un'altra boiata! :-D

Francesco
Wed, 16 Sep 2020 16:39:54 GMT

> @justine27 > justine27 adesso ! >Scherzavo! 🤭 Usano anche meno acqua: Ottimo! Stiamo iniziando ad avere qualche punto fermo e a schiarirci le idee. Grazie :-)

Francesco
Wed, 16 Sep 2020 16:41:33 GMT

> @justine27 >Sbaglierò ma io non credo che il carico dall'alto o dal basso sia l'indicatore di >una buona lavatrice o meno. Dipende dal prodotto. Spero di non dire un'altra >boiata! ai tempi lessi che le cariche dall'alto hanno il cestello meglio bilanciato, con vantaggio della meccanica della lavatrice, a differenza di quelle con carica frontale.

justine27
Wed, 16 Sep 2020 16:44:15 GMT

Forse me l'avevan anche detto i miei! Ok, taccio, è meglio! 🤭🤭🤭

Francesco
Wed, 16 Sep 2020 16:44:54 GMT

Ma no! Perchè?!?! Siamo qui in tutta calma e tranquillità per confrontarci, ci mancherebbe :-)

justine27
Wed, 16 Sep 2020 16:56:05 GMT

;-)

mrm_
Thu, 17 Sep 2020 17:25:53 GMT

> @Francesco > C’è addirittura chi sostiene, giusto o sbagliato che sia, che tra il termine del lavaggio ed il primo risciacquo, le lavatrici NON dovrebbero effettuare alcun tipo di centrifuga per il discorso d el “cooldown”, ovvero centrifugare il bucato caldo ancora impregnato di detersivo sarebbe controproducente, mentre un risciacquo freddo senza centrifuga favorirebbe l’eliminazione del detersivo ho sempre pensato il contrario, ovvero che senza centrifuga non "butta fuori" il detersivo. questa cosa mi interessa assai....

Francesco
Thu, 17 Sep 2020 19:45:36 GMT

Avevo letto che oltre a sfreddare la lisciva prima di scaricarla, a sfreddare il bucato prima di, eventualmente, centrifugarlo, riduce rischio di formazione pieghe e riesce quindi a smaltire al meglio il detersivo residuo. Non so quanto sia vero ed attendibile, ma piacerebbe approfondire l'argomento pure a me, posto e concesso non si tratti della solita teoria strampalata.

Francesco
Thu, 17 Sep 2020 19:48:20 GMT

aggiungo... si tratta solo di 1 singolo risciacquo senza centrifuga, solo il primo.

Francesco
Thu, 17 Sep 2020 19:52:58 GMT

...e ci sarebbe poi un'altra teoria ancora che sostiene che i vari risciacqui intermedi andrebbero fatti a bassa velocità, tipo 400 giri per evitare che il detersivo, per la stessa forza di centrifuga, vada a "fissarsi" nella profondità delle fibre. L'ultimo, invece, tranquillamente a 1.200.

mrm_
Sat, 21 Nov 2020 16:12:12 GMT

riprendo questa discussione perchè mi interesserebbe tanto capire la questione della centrifuga intermedia tra i risciacqui. io ho sempre pensato che fosse utile per far "uscire" più detersivo. ma c'è quest'altra teoria che dice l'esatto contrario, ovvero che la centrifuga fa penetrare di più il detersivo nelle fibre. qualcuno avrebbe una risposta? perchè volendo potreti scegliere un ciclo senza centrifughe tra un risciacquo e l'altro, cosa che non ho mai fatto per la mia idea di eliminare più detersivo, uso sempre il programma cotone "strong". grasssssie.....

Francesco
Sat, 21 Nov 2020 18:36:08 GMT

Da quanto avevo letto, quindi quanto sto per scrivere NON è farina del mio sacco, la prima centrifuga non dovrebbe proprio esserci, cioè il primo risciacquo andrebbe fatto a freddo senza preventiva centrifuga proprio per "raffreddare" i panni, quello che in inglese viene definito "cool down", in parole povere per "diluire" con acqua fredda la miscela calda di acqua/detersivo e permettere una più facile eliminazione del detersivo nei passaggi successivi con centrifuga (la mia vecchia Candy lo faceva, ad ogni modo). Ho letto pure io qualcosa in merito le centrifughe ad alta velocità che "fissano" il detersivo nella profondità delle fibre dei tessuti, motivo per il quale le centrifughe dovrebbero essere progressivamente aumentate di velocità via via che si susseguono. Ed è proprio qui che entrerebbero in gioco le alte velocità per far uscire più detersivo. In questo caso, però, è tutto un discorso fatto a monte dall'azienda che ha programmato la scheda elettronica della lavatrice. Le scuole di pensiero sono comunque diverse e ognuno ha la sua teoria e credo che nessuno ab bia mai potuto dimostrarle con un riscontro oggettivo. Riguardo al programma strong senza centrifughe, potrebbe avere il suo valore aggiunto, ma in questo caso io lo farei con almeno la metà del detersivo che usi abitualmente rapporto ai KG/bucato.

Fabrizio ecobiocontrol
Sun, 22 Nov 2020 14:12:12 GMT

> @mrm_ > io ho sempre pensato che fosse utile per far “uscire” più detersivo. Ed hai sempre pensato correttamente. Il detersivo è formulato per penetrare a fondo nelle fibre e non è certo la centrifuga a spingerle dove si trovano già! > @Francesco > Le scuole di pensiero sono comunque diverse e ognuno ha la sua teoria e credo che nessuno abbia mai potuto dimostrarle con un riscontro oggettivo. altroché se è stato provato oggettivamente anche il minimo dettaglio del funzionamento di una lavatrice. Forse non è chiaro l'interesse economico che c'é dietro la fabbricazione di una lavatrice. Io frequento questi fabbricanti e lo sforzo che ci mettono a migliorare continuamente le performance dei loro elettrodomestici è enorme e non potrebbe esserci senza una profonda conoscenza dei meccanismo implicati. Ciao Fabrizio

Francesco
Sun, 22 Nov 2020 14:20:42 GMT

Fabrizio scusami, deve essere questo un periodo in cui mi spiego malissimo e capisco anche che scrivendo io dei post lunghi come la Quaresima, qualche riga può non saltare all'occhio. Mi riferivo come "scuole di pensiero", NON ai fabbricanti di lavatrici ma alle varie teorie/tecniche di lavaggio e conseguenti risciacqui che ognuno adotta secondo le personali esigenze ed esperienze e quindi, in quanto tali, nessuno trai i consumatori finali, è riuscito a dare una spiegazione che andasse oltre il teorico. Ciao Francesco

Fabrizio ecobiocontrol
Mon, 23 Nov 2020 09:20:03 GMT

Io, alla fine, credo solo ad una cosa e cioè che le quantità di acqua impiegata per i risciacqui, sia scesa talmente tanto da impedire un allontanamento efficace del detersivo dai panni e che ripetere il risciacquo sia l'unica cosa sensata da fare. Ciao Fabrizio

Francesco
Mon, 23 Nov 2020 13:29:24 GMT

... che poi è quello che sostengo pure io, motivo per il quale ho aperto questo thread. Infatti il dilemma sta nello scegliere quale metodo usare ovvero: quante volte ripetere i risciacqui con poca acqua (1, 2, 3, 4, 5) oppure i canonici 3 con molta acqua, cioè aggiungendola o, se la lavatrice lo permette, schiacciando l'apposito tasto acqua plus? Ciao

mrm_
Mon, 23 Nov 2020 16:57:44 GMT

> @Fabrizio ecobiocontrol > Ed hai sempre pensato correttamente. Il detersivo è formulato per penetrare a fondo nelle fibre e non è certo la centrifuga a spingerle dove si trovano già! grazie mille fabrizio! quindi continuo a riasciacquare (doppio) con centrifughe intermedie. ...e se mi trovo di passaggio nel momento giusto, quando carica acqua, ne aggiungo un po' dal cassetto detersivi ;)

Francesco
Fri, 27 Nov 2020 14:48:16 GMT

> @Fabrizio ecobiocontrol > Fabrizio ecobiocontrolAmministratore 4d >Io, alla fine, credo solo ad una cosa e cioè che le quantità di acqua impiegata >per i risciacqui, sia scesa talmente tanto da impedire un allontanamento >efficace del detersivo dai panni e che ripetere il risciacquo sia l'unica cosa >sensata da fare. Fabrizio scusami, ma rileggendoti non mi è chiaro un concetto. Premesso che sono d'accordo con la tua affermazione, ma non capisco se per ovviare l'inconveniente sia meglio fare tanti risciacqui con quella poca acqua messa a disposizione delle A+++ oppure i canonici 3 ma con abbondante acqua. Anche perchè mi pare di ricordare che i detersivi in polvere si risciacquino meglio dei liquidi. Grazie e ciao F.

Fabrizio ecobiocontrol
Sat, 28 Nov 2020 17:36:22 GMT

> @Francesco > per ovviare l'inconveniente sia meglio fare tanti risciacqui con quella poca acqua messa a disposizione delle A+++ oppure i canonici 3 ma con abbondante acqua. in realtà è la stessa cosa ma per non stressare troppo la lavatrice, è preferibile la tecnica che prevede più risciacqui con poca (relativamente) acqua. Ci sono poi delle lavatrici che hanno un sensore che misura la quantità di detersivo presente nell'acqua in uscita e ripete in automatico il risciacquo supplementare. In laboratorio ne abbiamo una decina e anche se le facciamo partire nello stesso identico momento, non c'è mai una volta che finiscano in contemporanea. Ciao Fabrizio

Francesco
Sat, 28 Nov 2020 17:43:56 GMT

Grazie Fabrizio, mi hai scritto il pezzo mancante, ovvero il "non stressare troppo la lavatrice", quindi OK, adotto risciacqui aggiuntivi, seppur con poca acqua senza far partire un programma dedicato supplementare. Grazie ancora. F.

next