ecobiocontrol

Open full view…

ma come funziona una lavatrice?

mrm_
Wed, 20 May 2020 09:03:07 GMT

so che fabrizio ha un laboratorio pieno di lavatrici... :D quindi avrà le idee più chiare di me. ultimamente ho come l'impressione che la mia lavatrice non scaldi molto, anche se la imposto a 60 gradi. se così è, il mio amato percarbonato non può più fare il suo lavoro :( io all'inizio aggiungo molta acqua dal cassetto detersivi, perchè ne usa veramente troppo poca, può essere che con questa quantità d'acqua non abbia il tempo di arrivare in temperatura? anche se mi sembra molto strano, in fondo un termostato è un termostato, deve arrivare a 60 gradi in ogni caso... o no? è possibile che in un'ora non ci arrivi? però all'inizio non notavo questa cosa, e l'acqua l'ho sempre aggiunta.

Dido
Thu, 21 May 2020 13:47:37 GMT

Ciao ragazze. Io ho una LG da 10 kg elettronica e le pippe mentali iniziali sono state atomiche. Se aggiungevo acqua - dopo due minuti me la ricacciava fuori, se aumentavo la temperatura- automaticamente i tempi diventavano biblici, se la fermavo per l'ammollo - si spegneva e ripartiva da capo......(ho fatto per mesi l'ammollo a mano....non so se mi spiego). Poi un giorno mi sono detta, "ok ora facciamo come dici tu"....invece di reprimere le sue potenzialità, ho cominciato ad usarle: risultato ultra-soddisfacente. Ora le macchie le pre-tratto solo in casi eccezionali.... Secondo me il problema non è se c'è tanta o poca acqua "perchè non la si vede", se e come raggiunge la temperatura e amenità varie. *Ma come ci rende i panni una volta lavati!* Ovviamente dopo aver scelto il lavaggio giusto, messo il detersivo nella giusta dose, l'acido citrico nella vaschetta dell'ammorbidente ed il doppio risciacquo se occorre. Se i panni sono leggeri, candidi, senza macchie e profumati di pulito (non di detersivo e/o ammorbidenti) perché complicarci ulteriormente la vita? 👩‍🌾

mrm_
Thu, 21 May 2020 16:22:43 GMT

grande dido! :) il guaio mio è stato che la lavatrice di prima i panni me li restituiva tutti sbrindellati, a mio avviso per eccesso di attrito dato dalla poca acqua (più di tanta non ne potevo aggiungere). usavo la polvere di ON, che oltretutto cominciava a darmi fastidio al naso, sono un po' delicata. e grigissimi, me li restituiva :( così ho cambiato lavatrice e detersivo (vado a cucchiai o mezzi cucchiai, tra tensioattivo, sapone marsiglia, percarbonato, soda e citrato di sodio. se non ho sbagliato qualche nome chimico), va molto meglio, il grigiore se n'è andato, ma non sempre scalda (e allora il mio percarbonato si perde), aggiungerò acqua calda e buonanotte. pensiero mio e nel mio caso, che faccio tassativamente il doppio risciacquo, ma per le mutande il triplo :(

Dido
Thu, 21 May 2020 23:25:25 GMT

Da cosa l'hai dedotto che a volte non ti scalda l'acqua ?

mrm_
Fri, 22 May 2020 06:53:11 GMT

eh, che metto la mano sull'oblò e sento che è appena tiepida. una volta ho anche messo il dito davanti al tubo di scarico e non era per nulla calda :( all'inizio non era così, e di acqua ne ho sempre aggiunta. anzi, a volte mi sembrava caldissima, anche troppo. dovrei provare a fare una lavatrice vuota senza aggiungere acqua per capire se scalda con meno acqua, perchè non posso certo chiamare il tecnico e dirgli che aggiungo 10litri d'acqua a lavaggio....... ho anche misurato con termometro a infrarossi sull'oblò e mi dà 40 :( quello che vorrei capire è se scalda solo all'inizio o se mantiene (o manterrebbe) la temperatura costante durante il lavaggio. nonchè se la quantità d'acqua impedisce di raggiungere i 60 gradi, anche se nella mia testa se c'è un termostato, dovrebbe scaldare fino alla temperatura impostata....

Francys
Fri, 22 May 2020 15:53:18 GMT

Ciao a tutte, io non aggiungerei acqua ma farei un ciclo ulteriore di risciacquo; credo che le lavatrici 'nuove' funzionino a sensori e, se così fosse anche per la tua, si potrebbe rovinare. È solo una mia ipotesi però e sicuramente Fabrizio conoscerà meglio il loro funzionamento. Piuttosto, hai letto tutto il libretto delle istruzioni? La mia lavatrice (Miele base, quella che costa meno di tutte, per intenderci) nel libretto delle istruzioni riporta, per ogni programma di lavaggio, la quantità di acqua del cestello; non in litri, ma con una iconcina. Questo significa che non per tutti i programmi usa poca acqua. Altra cosa: c'è la possibilità di cambiare le impostazioni di programmazione ossia potrei impostare per un determinato programma un livello maggiore d'acqua. Cosa che non faccio perché si deve intervenire con il touch screen sui comandi e temo di sbagliare. Ma forse anche la tua lavatrice ha questa possibilità. E quindi potresti farlo o sentire il tecnico e, se ci fosse questa possibilità, farti impostare tutti i programmi con il livello massimo di acqua. Spero che tu riesca a trovare una soluzione che ti soddisfi. Ciao Francys

mrm_
Sat, 23 May 2020 07:50:18 GMT

no, la mia permette solo un risciacquo in più, punto. ma tanto io ripeto l'intero ciclo di risciacqui. si potrebbe intervenire sul pressostato (mi pare si chiami così) che regola la quantità d'acqua, ma dovrei aprirla dietro e trovarlo... poi non è detto che sia quello classico, dove si tratta solo di girare una vite se ho ben capito, potrebbe anche essere elettronico pure lui e allora niente da fare. non ho molta scelta nemmeno coi programmi, perchè l'unico che ha le centrifughe intermedie è quello del cotone, tutti gli altri scaricano l'acqua ma non centrifugano, poi entra la nuova acqua. il che secondo me è pessimo perchè rimane più detersivo. insomma, avrei dovuto leggermi meglio le istruzioni prima di comprarla :( o spendere un po' di più, boh... (comunque l'ho scelta tra quelle che avevano maggiore consumo di acqua, pensa un po'...)

cybermarzia
Sat, 23 May 2020 16:07:37 GMT

Scusa mrm non ho capito il ragionamento per cui se entra acqua senza aver prima centrifugato aumenterebbe il detersivo 🤔

mrm_
Sat, 23 May 2020 16:28:48 GMT

perchè secondo me centrifugando il detersivo esce dai panni e ne resta un po' meno, idea mia eh.... oggi c'è stato qui il mio amato elettricista (che a suo tempo vendeva anche elettrodomestici, ma altri tempi, lui personalmente mi ha raccontato di avere buttato due lavastoviglie ognuna allo scadere della garanzia e di essersi rotto e di avere comprato una beko, della quale è felicissimo al momento) e mi diceva che le macchine sono fatte per lavorare in un certo modo, e metterci troppo mano non è cosa.... io lo so, eh... oltretutto aveva una sua teoria secondo la quale certe macchie se le butti subito a 60 gradi si fissano sul tessuto (se non erro il sangue non va lavato con acqua calda in effetti) per cui il fatto che l'acqua ci metta del tempo a riscaldarsi è una cosa utile. a questo non avevo mai pensato, ma forse ha ragione, quante cose mi ha insegnato il mio elettricista.... :)

cybermarzia
Sat, 23 May 2020 18:55:09 GMT

Beko è un'ottima marca, almeno per.il.frigorifero che possiedo. Immagino anche per le lavatrici .. Riguardo l'acqua, prima di riempirla nuovamente quella vecchia viene scaricata immagino con il sapone però forse una centrifuga ne farebbe scaricare di più? Boh..

Fabrizio ecobiocontrol
Sun, 24 May 2020 10:45:28 GMT

Ma che bella discussione! La risposta generale è che più la tecnologia delle lavatrici avanza meno possibilità di intervenire ci sono. Noi, ad esempio, non possiamo usare il sistema fasilogic perché, spessissimo, abbiamo bisogno di lavaggi identici. Il fasi-logic ad esempio legge l'altezza della schiuma e quindi esegue un lavaggio in più (ma anche due o tre) ma l'utente non decide nulla. Morale noi facciamo togliere (e le lavatrici ci costano di più, assurdo) il sistema fasilogic e lavoriamo con lavatrici "Tonte" cioè che non ragionano per i fatti loro ma non ragionano proprio. Di certo la quantità d'acqua non è gestibile dall'utente e stop, purtroppo. Anche il sistema di riscaldamento è variabile. Ci sono lavatrici che ragionano con il termostato ed altre con la quantità d'acqua che arriva al cestello, altre ancora che "pesano" l'acqua in relazione al peso dei panni introdotti. Quindi mrm_ che ha preso la 10 chili ma la usa con meno panni, in realtà (sempre che la macchina sia dell'ultimo tipo descritto) ottiene l'effetto contrario. Meno peso meno acqua. In Spagna si ve ndono comunemente macchine tonte e forse varrebbe la pena andarci in vacanza e tornare con una lavatrice sul portapacchi. Ultimamente abbiamo delle lavatrici americane da 18 kg a lavaggio. La quantità di acqua la sceglie l'utente, la temperatura anche (cioè non c'è la resistenza e quindi l'acqua la mette l'utilizzatore direttamente col rubinetto dell'acqua calda). Insomma le sto rivalutando molto. Se passate dalle mie parti venite a vedere il panorama di lavatrici che abbiamo e come funzionano. Ok? Ciao Fabrizio

cybermarzia
Sun, 24 May 2020 15:41:55 GMT

Wow. Mi piacerebbe davvero conoscere il panorama delle lavatrici in commercio!!! Prima la mia passione erano i passeggini ma or.ai con quelli ho dato e le lavatrici sono un ottimo diversivo 😁. Interessanti le 18 kg!!

mrm_
Sun, 24 May 2020 16:03:37 GMT

> @Fabrizio ecobiocontrol > Ci sono lavatrici che ragionano con il termostato ed altre con la quantità d'acqua che arriva al cestello questa non la sapevo! non immaginavo che non ragionassero col termostato. io aggiungo l'acqua dopo che ha pesato e fatto i suoi ragionamenti, su consiglio del tecnico che ha curato la mia candy anni '90 che ho dovuto lasciare in pianura quando mi sono trasferita :( forse dovrei fare il contrario ed aggiungerla prima? ma lui diceva che con troppa acqua all'inizio si rischia di mandarla in tilt. comunque la faccio andare quasi sempre abbastanza piena, ma la quantità di acqua è irrisoria, di suo laverebbe quasi a secco. spero solo che regga il peso dell'acqua che aggiungo.... ma bene o male non mi pare che soffra. aggiungerò acqua calda e buonanotte, almeno non butto il mio amato percarbonato. (in effetti ha comportamenti incostanti... dipenderà dal peso della roba, forse). grazie fabrizio! in ogni caso, a parte tutto.... la roba non si sbrindella più come prima, eh....

cama1
Sun, 24 May 2020 16:37:21 GMT

Ciao a tutti, devo provvedere all'acquisto di una lavatrice slim, per questione di spazio, con apertura frontale, le sei testate da Altro Consumo sono tutte di qualità media, qualcuno di voi ha una buona indicazione da darmi ?  Grazie anticipate Cama

Francys
Sun, 24 May 2020 18:55:50 GMT

Ciao Cama1, io ho avuto per 25 anni una San Giorgio. Poi ho dovuto cambiarla e due anni fa ho acquistato una Miele 7 kg. Non saprei se fanno lavatrici slim ma puoi sempre chiedere. Ti porto intanto la mia esperienza. Dunque, la Miele secondo me è una buona macchina. Usa quantità d'acqua diverse, a seconda del lavaggio. E volendo, il tecnico può modificare la quantità d'acqua per ogni programma. Non c'è confronto la mia precedente. Lava molto meglio, è silenziosa, non si sposta di un millimetro nemmeno se la riempio di asciugamani, cosa che comunque evito. L'importante è che venga ben posizionata. È costata molto - ed io ho preso la base - ma ne è valsa la pena, perlomeno fino ad ora. Cosa cambierei? La possibilità di metterla in pausa, che non c'è; metà carico, che non ha essendo la base; faccio sempre un risciacquo aggiuntivo: con le nuove lavatrici, che usano poca acqua, pare proprio sia necessario. Mia sorella usa anche lei una Miele, da dieci anni ormai, ed è molto soddisfatta. Nella rete trovi le istruzioni di tutti i modelli e puoi dare un'occhiata. Ciao, Franca

mrm_
Mon, 25 May 2020 11:51:18 GMT

> @Francys > Cosa cambierei? La possibilità di metterla in pausa, che non c'è la mia ce l'ha, ma "si dimentica" qualche impostazione. invece se stacchi la spina si ricorda tutto e riparte da dove l'hai lasciata... prova ;)

cybermarzia
Mon, 25 May 2020 12:26:52 GMT

Sì anche la miele riparte da lì, mi è successo quando è andata via la corrente.. ma non credo faccia tanto bene... C'è l'opzione ammollo che dovrebbe fare la stessa funzione. In effetti bisognerebbe studiarsi bene le istruzioni, cosa che personalmente non ho fatto (ho una miele XL) perché poi alla fine per comodità e risparmio tempo utilizzo i soliti 2 programmi aggiungendo l'opzione +acqua La San Giorgio ricordo che era la marca delle lavatrici di mia mamma; eravamo 7, 5 figli, e ne aveva 2 di cui una delle primissime lavasciuga (primo anni 80)

Fabrizio ecobiocontrol
Mon, 25 May 2020 13:09:48 GMT

Noi abbiamo 8 Miele e dove le abbiamo posate, quindici anni fa, sono ancora lì a lavare in continuazione. ovviamente questo è un vantaggio nel senso che con altre marche avremo dovuto fare almeno tre sostituzioni. In questo c'è anche un difetto e cioè che molte innovazioni tecnologiche non ci sono, ovviamente. credo che globalmente il bilancio sia decisamente favorevole. Da quello che so io non fanno quelle piccole. Purtroppo. Ciao Fabrizio

mrm_
Mon, 25 May 2020 16:59:32 GMT

> @Fabrizio ecobiocontrol > In questo c'è anche un difetto e cioè che molte innovazioni tecnologiche non ci sono, ovviamente. secondo me è anche questo un pregio... vediamo se le prossime della stessa marca, con tutte le diavolerie moderne, dureranno altrettanto :(

cama1
Mon, 25 May 2020 22:25:39 GMT

Grazie Francys, gentilissima. Ho cominciato a informarmi e come dice Fabrizio la Miele di lavatrici slim carica frontale non ne produce, per cui sto vagliando quelle carica dall'alto come pure vecchi modelli, approvati da Altro Consumo, se ancora in vendita. Ciao Cama

Fabrizio ecobiocontrol
Fri, 29 May 2020 17:22:16 GMT

> @mrm_ > vediamo se le prossime della stessa marca, con tutte le diavolerie moderne, dureranno altrettanto Ah questo te lo posso garantire fin da ora "Assolutamente NO!" l'ingegnere che ha progettato queste lavatrici tedesche deve essere stato uno che disegnava panzer. Solo le lavatrici polacche possono essere paragonate. Noi abbiamo il laboratorio al primi piano e non abbiamo mai avuto problemi a portare su le lavatrici. Ma con due polacche abbiamo sudato moltissimo. Spessori da carrarmato, veramente. Ciao Fabrizio

next