ecobiocontrol

Open full view…

Oleolito di iperico

cybermarzia
Sat, 06 Jul 2019 07:02:47 GMT

Apro questo thread perché l'altro era partito da un altro argomento. Come da ricetta che mi avete indicato ho messo a macerare i fiori di iperico (freschi non secchi) innolio di vinaccioli con un pizzico di olio evo e di olio di girasole. Sono passati parecchi giorni ormai ma il rosso non è assolutamente venuto fuori. Cosa può essere successo? Che mi abbiano spacciato per iperico altri tipi di fiori?!? [15623965242181560362754910074341](//muut.com/u/ecobiocontrol/s3/:ecobiocontrol:rttW:15623965242181560362754910074341.jpg.jpg)

liloz
Tue, 14 Jul 2020 11:00:42 GMT

Fonte infoerbe: l'oleolito e' un eccellente antiinfiammatorio, antisettico e vulnerario per ferite, abrasioni, ulcere e scottature. Può essere utilizzato per ridurre il dolore di origine nervosa, come la sciatica e le piaghe erpetiche (con Melissa), e di origine muscolare. Si combina bene con olio di Arnica e di gemme di Populus come unguento generale per i dolori. L'olio viene anche prescritto internamente per infiammazioni gastriche ed ulcere peptiche e come clistere ritentivo per la proctite. A me l ha fatto scoprire il veterinario per trattare le orecchie del mio cagnone purulente e piene di croste....da lì nn l ho più abbandonato lo uso come cicatrizzante e quando sento il pizzicore che precede l herpes labiale. Ho anche fatto un unguento con cera d api olio di iperico, calendula e rosmarino che allevia dolori muscolari e piccoli fastidi a livello topico. Mi pare che sia fotosensibile quindi va usato senza poi esporre la parte al sole. Non sono un esperta, questa è solo la mia esperienza. Non l ho mai usato internamente.

arimad
Tue, 14 Jul 2020 11:05:23 GMT

Per non combinare pasticci, dopo quante ore dall'applicazione ci si può esporre al sole? D'estate è importante saperlo! Se lo applico la sera, al mattino ci saranno ancora rischi?

sergia
Tue, 14 Jul 2020 12:13:36 GMT

> @arimad > Se lo applico la sera, al mattino ci saranno ancora rischi? Seguo con grande interesse...è la domanda che volevo porre anch'io.

toto48
Tue, 14 Jul 2020 13:38:36 GMT

Ciao Arimad. Io non ricordo in quale post sono stati trattati tutti gli usi dell’iperico comunque ad integrazione di quanto scritto da liloz, ti dico l’uso e l’esperienza mia quando ne ho avuto bisogno, scottature solari, dopo l’applicazione non esporsi al sole. IO l’HO APPLICATO LA SERA E IL GIORNO SUCCESSIVO SONO ANDATO AL MARE E NON HO AVUTO PROBLEMI ( IO!! PER GLI ALTRI NON SO) ho scritto in forma maiuscola per evidenziare, dipende dalla reazione della pelle in quanto diversa in ogni persona, usato per herpes labiale applicato ai primi pruriti con coton fioc più volte al di con ottimi risultati, fornito ad amici per il fuoco di Sant’Antonio, applicato senza altre aggiunte ottimi risultati, per piccole ferite ok, scottature in cucina ok, punture di zanzare ok, purtroppo ai tempi in cui iniziai questa letteratura non ho salvato i file di ogni singolo argomento di tutto il materiale di cui ho fatto il copia incolla non avendo la possibilità di inviarti ulteriore materiale con e-mail di seguito ti invio alcuni stralci estrapolati per non ingolfare il post del forum, che ti possono interessare una cosa ti ricordo per uso interno è necessario il consulto medico RIBADISCO NON ESPORSI AL SOLE SUBITO DOPO L’APPLICAZIONE Impieghi terapeutici per uso esterno (argomento estrapolato) Scottature L’olio usato tal quale è indicato per tutte le lesioni della cute, escoriazioni, abrasioni ma soprattutto scottature di qualsiasi natura. Si rivela utilissimo come protettivo solare, come abbronzante e come dopo sole. Herpes, Varicella e Fuoco di S. Antonio L’olio mescolato al momento dell’uso al 50% con succo di limone e applicato frequentemente sulle lesioni iniziali delle malattie indicate è in grado di arrestare la replicazione del virus in maniera spettacolare. E’ molto importante preparare sempre al momento la miscela con il succo di limone (la miscela così preparata perde rapidamente le sue proprietà, quindi preparare sempre estemporaneamente la quantità necessaria) ed applicare appena si avvertono i segni di comparsa della malattia (gonfiore, tensione, prurito). Se l’olio viene applicato in ritardo. mantiene la sua efficacia ma i tempi di guarigione sono più lunghi. Rispettando le istruzioni è in grado di guarire le lesioni da herpes in due-tre giorni. Contusioni L’olio applicato frequentemente su contusioni, ematomi ecc. permette la guarigione in breve tempo facilitando il riassorbimento del sangue stravasato e riduzione del gonfiore. E’ indicato anche per tutti i dolori articolari e muscolari. In questi casi deve essere diluito in rapporto di due parti di olio e una parte di alcool puro (non alcool denaturato) e usato per frizioni sulle parti doloranti. Iperico: Precauzioni nell'Uso interno Spesso i pazienti, considerando che è un prodotto naturale, credono che non comporti effetti collaterali. Invece ultimamente il Ministero della Sanità, in seguito a numerose segnalazioni di interazioni con altri farmaci, ha reso obbligatorio, nei prodotti a base si Iperico, l'aggiunta della seguente raccomandazione: "evitare la somministrazione contemporanea con contraccettivi orali e farmaci contenenti ciclosporina, digossina, teofillina e warfarin." Inoltre riduce l'efficacia di alcuni farmaci adoperati per la cura dell'AIDS e non è da utilizzare insieme ad altri antidepressivi. Pertanto raccomandiamo a tutti i pazienti che assumono Iperico, di consultare il medico o il farmacista prima di assumere qualsiasi altro farmaco. Al seguente file trovi trattato il trattato di Valussi, è molto esaustivo https://forum.promiseland.it/viewtopic.php?f=2&t=18777&start=105 Il seguente file è una ulteriore informazione https://www.nonsprecare.it/benefici-olio-iperico-usi-irritazioni-scottature?refresh_cens Ciao toto

cybermarzia
Tue, 14 Jul 2020 16:37:49 GMT

Ehm io quel link lo toglierei toto....

Fabrizio ecobiocontrol
Tue, 14 Jul 2020 16:39:11 GMT

> @liloz > liloz 5h x Fonte infoerbe: l'oleolito e' un eccellente antiinfiammatorio, antisettico e vulnerario per ferite, abrasioni, ulcere e scottature. Guarda liloz, anche se Marco Valussi (infoerbe.it) avesse scritto che i marziani nono scesi sulla terra (citazione del mitico Orson) tu ci devi credere perché persone preparate e serie come lui sono una rarità, ha tutta la mia stima. > @arimad > Se lo applico la sera, al mattino ci saranno ancora rischi? nessun rischio ma come ha sottolineato abbondantemente ed usando le sue parole: "RIBADISCO NON ESPORSI AL SOLE SUBITO DOPO L’APPLICAZIONE". C'è poco da fare, l'iperico è una delle piante, come il karité, il baobab, l'Aloe vera eccetera, di cui non si può proprio fare a meno. Il "trattato di toto merita di essere letto e riletto più volte. Forse, nottetempo, lo passo nel Magazine perché una trattazione così (come al solito) precisa e puntuale, non può venire "nascosta" dentro un 3D. Ovviamente togliendo il riferim ento ad un sito che al contrario non gode affatto della mia stima e neppure quella di molti altri. Ciao Fabrizio

arimad
Tue, 14 Jul 2020 17:00:18 GMT

Grazie a tutti. Secondo voi posso usarlo anche per i funghi?

mrm_
Tue, 14 Jul 2020 17:18:42 GMT

> @liloz > A me l ha fatto scoprire il veterinario per trattare le orecchie del mio cagnone purulente e piene di croste… attenzione, che ho letto da qualche parte che invece ai GATTI fa male. io di mio lo uso per qualsiasi cosa e confesso che prima avevo anch'io quest'idea del sole, ma a me personalmente non succede proprio niente, A ME.

toto48
Tue, 14 Jul 2020 18:59:28 GMT

Ciao Marzia, il link dedicato da Valussi, riguardo l’iperico, l’ho citato non per riabilitare il sito che purtroppo se n’è appropriato ma solo ed unicamente perché il contenuto e la sostanza divulgata dal grande Valussi, che a quei tempi mi fu di grande aiuto e max punto di riferimento, persona esperta senza uguali con profonda conoscenza sulla sua materia, merita che quanto da lui scritto non va dimenticato ma secondo me divulgato solamente per quel che contiene ti posso garantire che leggere il titolo promi…….mi da un senso di nausea particolare, anche per me stesso mi riprometto di selezionare il contenuto trattato da Valussi, e renderlo purificato dalle scorie del sito in oggetto, Arimad, per l’applicazione sulle infezioni da funghi non ho esperienza sarebbe da disonesti suggerire senza esperienza, ma puoi provare ed eventualmente se funziona ci informi e ne faremo tesoro della tua esperienza. Ciao toto

toto48
Wed, 15 Jul 2020 03:22:10 GMT

Ciao Arimad, scusami ho dimenticato a risponderti sui tempi di esposizione solare, l'ideale della macerazione solare é l'esposizione al sole per tutta la giornata intera se hai la possibilità appena va in ombra il punto in cui posizioni il barattolo spostalo dove persiste ancora il sole, altrimenti non avendo questa possibilità allunga di una settimana il tempo di esposizione al sole, in ogni caso i principi già rilasciati hanno efficacia Ciao toto

mrm_
Thu, 30 Jul 2020 15:42:29 GMT

una domanda per il grande toto: oggi finalmente ho avuto tempo di farmi le creme (ormai andavo di oleolito di iperico sul viso e olio di cocco sul corpo... si fa quel che si può) e sono arrivata quasi al fondo dei vasetti, sia con iperico che con calendula (giusto in tempo per quello nuovo). non sono all'altezza di toto nelle preparazioni, mooooolto ma molto più rude ;) sul fondo di entrambi i vasetti c'era una sorta di gelatina... pareva come la madre dell'aceto.... è grave? o magari è robba bbuona? ;) l'odore non era male, eh... usarli, li ho usati, il fondo volevo buttarlo, ma aspetto la sentenza di toto :D

toto48
Thu, 30 Jul 2020 17:00:30 GMT

Ciao mrm, la sorta di gelatina che ti ritrovi sul fondo è dovuta alla scarsa filtrazione degli oleo liti, per evitare questi residui è necessario filtrare più volte (con intervalli di alcuni giorni) i prodotti come ho già spiegato più sopra, la pseudo gelatina non è altro che acqua più residui di fibra delle erbe depositate sul fondo che nel tempo portano ad irrancidire l’oleo lito, se l’hai già consumato senza sentir pessimi odori sei stata fortunata per cui se non riesci a separare l’attuale quantità residua di olio usando una siringa ed un telo in cotone lavato senza detersivo commerciale e poi sterilizzato, da questa morchia butta tutto via, per la prossima autoproduzione segui i procedimenti di filtrazione che ho già descritto, spero di essermi spiegato bene. Ciao toto

peppe73
Thu, 30 Jul 2020 17:01:46 GMT

ciao mrm, è come questo in foto? [20200730_185345](//muut.com/u/ecobiocontrol/s3/:ecobiocontrol:fgzW:20200730_185345.jpg.jpg) se cosi fosse vai tranquilla, è semplicemente la parte più pesante che decanta, nulla di preoccupante. il macerato che c'era in questo mio contenitore è stato utilizzato tutto l'anno con grandi risultati, sia macerato di iperico che calendula. un caro saluto Giuseppe

mrm_
Thu, 30 Jul 2020 17:10:04 GMT

peppe grazie, ma è proprio gelatina, quella parte lì come nella tua foto ce l'ho anch'io, ma sotto alla gelatina. è che ho la macchina fotografica scarica, altrimenti posterei una foto. grazie toto, vabbè lo butto, cercherò di filtrare meglio, forse spremere un po' meno? grazie a tutti

toto48
Thu, 30 Jul 2020 19:36:53 GMT

Più spremi e più sostanza attiva ti ritrovi nel prodotto finale, di contro una maggiore presenza di morchia sul fondo del contenitore da eliminare con il filtraggio fin quando non ottieni un prodotto limpido. Ciao

mrm_
Thu, 30 Jul 2020 19:44:20 GMT

grazie, mi sa che quest'anno spremerò meno

elenaa
Sun, 02 Aug 2020 21:53:16 GMT

Che bravi, non avrei mai la pazienza di fare tutto questo lavoro, deve essere uno sbattimento....

toto48
Mon, 03 Aug 2020 07:46:06 GMT

Ciao elenaa, é la passione per l'autoproduzione che prevale sulla pazienza e alla fine dirai:questo l'ho fatto io

cybermarzia
Mon, 03 Aug 2020 09:03:02 GMT

Poi per quanto riguarda questo oleolito la miglior cosa è avere la sicurezza di aver fatto un prodotto "pulito" e sicuramente funzionale... se mi verranno i fiori che ho seminato... riuscirò a farlo anche io 😅

sergia
Mon, 03 Aug 2020 10:04:45 GMT

Sì sì, fate i modesti...siete proprio bravi! 😊

next
last page