ecobiocontrol

Open full view…

Sine Adipe Lac

alessandra89
Fri, 05 Aug 2022 13:29:12 GMT

Fabrizio ciao, ho trovato un balsamo per capelli attratta dal prezzo, € 2,05 per 300 ml, ed è stato una bella sorpresa in quanto si è rivelato un ottimo prodotto. Unico neo è la presenza dell'ingrediente di oggetto che tradotto dal latino vorrebbe dire: senza latte grasso. Il biodizionario, giustamente, lo mette a doppio pallino rosso in quanto sostanza di derivazione animale, mi chiedevo però se è utilizzabile, se è biodegradabile e se possa essere in qualche modo nocivo per gli organismi acquatici. La mia deduzione, magari pure sbagliata, è che dovrebbe avere lo stesso impatto del latte vaccino che occasionalmente uso per il contorno occhi. Spero di non aver fatto danni, perché come balsamo è ottimo.

Fabrizio ecobiocontrol
Sat, 06 Aug 2022 16:08:58 GMT

No, hai fatto benissimo. In effetti la classificazione del Sine Adipe Lac è troppo severa. La riconsidero subito. Grazie Ciao Fabrizio

alessandra89
Sat, 06 Aug 2022 16:17:01 GMT

Grazie a te, come sempre!

Fabrizio ecobiocontrol
Sat, 06 Aug 2022 16:31:42 GMT

Fatto! Ma ti dico cosa è successo: il Sine Adipe Lac, che noi chiamiamo latte scremato, viene immediatamente dopo il "SINE ADIPE COLOSTRUM" cioè il colostro che viene sottratto al povero vitello e che invece dovrebbe ricevere nelle prime poppate, perché ricchissimo di anticorpi ed altre sostanze nutrienti indispensabili. Quindi se il latte di mucca è doppio verde, quello di colostro vaccino è doppio rosso. Solo che la classificazione è scivolata, di una posizione, all'interno del database. Meno male che te ne sei accorta, così ho potuto sistemare la cosa. Grazie e ciao Fabrizio

alessandra89
Sat, 06 Aug 2022 16:56:32 GMT

ottimo, grazie ancora!

carla66
Sun, 07 Aug 2022 20:41:04 GMT

Ciao Alessandra puoi dirci di che balsamo si tratta? Grazie

alessandra89
Sun, 07 Aug 2022 21:03:33 GMT

Equlibra: cocco e aloe vera [42511309-sn-coccoaloe-balsamo](//muut.com/u/ecobiocontrol/s1/:ecobiocontrol:MGrm:42511309sncoccoaloebalsamo.jpg.rendition.570.5.jpg.jpg) Aqua, Cetearyl Alcohol, Cocos Nucifera Oil, Aloe Barbadensis Leaf Juice Powder, Sine Adipe Lac, Cocos Nucifera Fruit Extract, Stearamidopropyl Dimethylamine, Parfum, Behentrimonium Chloride, Lactic Acid, Dipropylene Glycol, Sodium Chloride, Sodium Benzoate, Benzyl Alcohol, Coumarin, Limonene, Linalool.

carla66
Wed, 10 Aug 2022 13:24:29 GMT

Grazie Alessandra

alessandra89
Wed, 10 Aug 2022 16:06:32 GMT

Ci mancherebbe! 😊

Gioia
Thu, 11 Aug 2022 11:51:35 GMT

Però c'è lo Stearamidopropyl Dimethylamine e quello sì che è tossico per gli organismi acquatici. E il Behentrimonium Chloride che è un altro ingrediente a doppio pallino rosso. Come si fa a definirlo un "ottimo prodotto"? Questo lo chiedo solo per imparare, perché non so ancora capire quando un prodotto è ben bilanciato nonostante i pallini rossi.

allerossi
Sat, 13 Aug 2022 18:25:18 GMT

Ciao Gioia 😊 Non so rispondere alla tua domanda ovviamente (Fabrizio _helpaci_ tu! 🙏🏻 ), comunque il problema dei tensioattivi cationici è di sicuro sempre attuale... Esistono sostanze migliori e più sostenibili, sostanze che le aziende dovrebbero impegnarsi ad usare e qui sul forum se ne è spesso parlato. Il mio personale sogno nel cassetto è che prima o poi si smetta di usare i balsami capelli del tutto, optando per altri metodi... Sarò un po’ drastica, ma fortunatamente sognare non costa ancora nulla! 🤣 Un saluto! Alessandra

allerossi
Sat, 13 Aug 2022 18:29:16 GMT

P.s.: ovviamente volevo scrivere “ancora”. _Ancorncora_ è un animale mitologico......

Fabrizio ecobiocontrol
Sun, 14 Aug 2022 15:59:55 GMT

Ciao Gioia, hai ragione a dire che non è facile dare giudizi coerenti quando si parla di quaternari. Sarà che a noi piacciono molto di più gli Esterquat, velocemente biodegradabili ed a bassa tossicità, che forse esageriamo con Stearamidopropyl Dimethylamine e Behentrimonium Chloride. In particolare e con gli ultimi dati a disposizione, direi che la Dimethylamine è trattata troppo male e che la sua vera classificazione dovrebbe essere un "arancione" quindi con la possibilità di diventare gialla. Mentre per il Behentrimonium Chloride un rosso continua a starci molto bene (non due come hai detto tu). Mi rileggo i vari report e poi, se mi convinco che ci sono le condizioni, ingiallisco la Dimethylamine. Forse però ha ragione allerossi che si potrebbe anche trovare il modo per evitare l'uso di doposhampoo. Un vecchio e molto simpatico signore, molti decenni fa, quando i balsami per capelli stavano nascendo, mi disse "ah queste donne, prima si lavano i capelli e poi se li sporcano". C'è da riflettere. Ciao Fabrizio

alessandra89
Sun, 14 Aug 2022 17:49:22 GMT

Credo più che altro che occorrerebbe partire, cioè affrontare questo discorso, proprio dal primo step, cioè dallo shampoo. Mi spiego meglio: io non impazzisco per i balsami in linea generale proprio perché mi sporcano ed appesantiscono i capelli anzitempo. Perché quindi lo uso ogni tanto? Per ripristinare ciò che lo shampoo ha tolto. Quindi, almeno per me, si tratta di un gioco di equlibrismo tra shampoo e balsamo.... e non è facile. Come ho appena scritto lo uso raramente, solitamente d'estate, al mare, come sto facendo ora. Con questo balsamo specifico, ribadisco che mi ci trovo bene, costa poco e fa il suo lavoro egregiamente e non posso neanche lasciare un rene tutte le volte per comprare costosissimi quanto blasonati balsami bio che poi, a volte, funzionano così così. Devo quindi scendere a compromessi ed accettare, seppur controvoglia, un pallino rosso ed un arancione.

Fabrizio ecobiocontrol
Mon, 15 Aug 2022 09:37:09 GMT

> @alessandra89 > si tratta di un gioco di equilibrismo tra shampoo e balsamo esattamente! E' proprio questo equlibrio che si deve trovare e non solo tra shampoo e balsamo ma per tutti i cosmetici. Ciao Fabrizio

Gioia
Wed, 17 Aug 2022 10:29:55 GMT

Ciao a tutti e grazie per le risposte chiarissime. Diciamo che tutto gira sempre intorno al caro vecchio buon senso...applicato al biodizionario! 😉