quickloox

Open full view…

Terrorismo burocratico

Thu, 07 Aug 2014 08:06:37 GMT

avariatedeventuali
Thu, 07 Aug 2014 08:06:57 GMT

Forse è legato al tipo di concorso che in quei paesi è maggiormente legato allo stato che ne detiene praticamente il monopolio e rilascia concessioni solo dopo quisquilie burocratiche di non poco conto.

carolus
Thu, 07 Aug 2014 11:13:56 GMT

Stavolta non mi trovo d'accordo. Fra gli stati esclusi ci sono anche Francia, Corea del Sud e Giappone che non sono accomunati dai luoghi comuni sugli Italiani o da burocrazie elefantiache.

avariatedeventuali
Thu, 07 Aug 2014 11:23:25 GMT

@carilus Dipende sempre da come sono gestiti i concorsi a premi. Essendo la francia un paese centralista è probabile che i giochi ricadano sotto un controllo più o meno diretto dello stato e a concessioni governative cui non è facile accedere come in altre realtà come ad esempio uk e usa dove il gioco è affidato totalmente ai privati in base ad una legislazione nazionale liberista che presuppone controlli expost e non exante. Lo stesso motivo per cui in francia e spagna esistono ancora monopoli di stato e consorzi lotterie nazionali. Le stesse concessioni per giochi come lotto e superenalotto e quello che ne direva sono soggetti a contingentamenti su più parametri e non alla volontà di adesione del semplice imprenditore. Materia molto complicata e sconosciuta ai più perché al di fuori, spesso, dalle logiche liberiste o anche solo di buon senso.