quickloox

Open full view…

Tutto programmato

Mon, 09 Feb 2015 23:52:09 GMT

paoloo
Mon, 09 Feb 2015 23:52:09 GMT

Mi sembra un argomento tirato per i capelli... >Posso scrivere su iPad una app per iPad e compilarla se c’è un Mac in rete. È un problema? Credo di si. Se sei al bar o sul treno - e l' utente iPad ci sta al bar o sul treno perché questo è il vantaggio principale per cui l'ha comprato - lontano dal tuo Mac e dalla tua rete, non puoi programmare applicazioni iPad sull'iPad. Il Mac Book Air è un _computer_ che puoi usare al bar o sul treno per programmare applicazioni Mac senza doversi collegare ad un altro Mac in rete. Le funzioni dell'iPad sono un sottoinsieme di quelle possibili da computer, se rientri in quelle funzioni va bene, tieniti stretto il tuo iPad che, ricordiamolo, rientra nella categoria dei _tablet_, se non rientri ti serve un _computer_. Due oggetti di categorie differenti. Con il tempo ed il progresso probabilmente iPad potrà acquisire tutte le funzioni di un computer e sostituirlo completamente. Il giorno che avrà 1 Terabyte di memoria flash i nterna, 1 settimana di batteria, un metodo (anche wirless) per gestire memorie di massa esterne (wireless anche queste).

avariatedeventuali
Tue, 10 Feb 2015 00:15:08 GMT

iPad è un computer per non programmatori in senso stretto di computer ... Ovvero il 99,9% di chi usa un computer. Il XXI secolo non è per tutti quelli che lo vivono come il XX non era per tutti quelli che lo vivevano. Io intanto vivo con iPad e grazie ad iPad meglio... Non posso programmare in senso stretto se sono sconnesso dalla rete... Esticazzi no?

briand06
Tue, 10 Feb 2015 08:21:32 GMT

Beh, paoloo, se sei in treno o al bar ormai *puoi* collegarti senza troppi problemi ad un server remoto. Che poi usare Xcode sull'iPad sia poco pratico è un'altro discorso. Molto più pratico di sicuro è usare l'iPad per modificare/correggere un progetto, anche in Xcode, magari perché proprio al bar è venuta l'idea giusta (uno scenario frequente, parlo per esperienza personale). In ogni caso ci sono parecchie applicazioni per iPad che consentono di sviluppare offline sul tablet. Lux ne cita un paio, ma oltre a queste ci sono Codea, techBASIC, ScratchJr, GLSL, Procoding, Kino, Raskell...

Lucio Bragagnolo
Tue, 10 Feb 2015 15:53:12 GMT

@paoloo: se sono al bar con iPad, avere il Mac in rete richiede che sia acceso, a casa, in ufficio, dove sta. Dopo di che posso tranquillamente _compilare_. Perché programmare, posso farlo anche se il Mac è spento e non c'è rete.

avariatedeventuali
Tue, 10 Feb 2015 19:46:16 GMT

Carta penna fantasia e ... razionalità ...

paoloo
Tue, 10 Feb 2015 21:33:46 GMT

Lux perché non vendi il Mac? Adesso hai due computer, il vecchio Mac e il nuovissimo iPad.. di solito quando uno acquista un nuovo computer vende quello vecchio che non gli serve più. Ancora il Mac c'hai? Primitivo.

Lucio Bragagnolo
Sat, 14 Feb 2015 00:11:49 GMT

Primitivo è chi sta agli anni novanta, quando si aveva un computer a testa. Negli anni dieci c'è un computer da scrivania, uno da tasca, uno a tavoletta, magari prossimamente da polso.